mercoledì 28 giugno 2017

Il domani

Pensate un po' cosa sarà il mondo tra cinquant'anni, quando tutto sarà tremendamente più caldo, quando le temperature saliranno ancora, quando le ultime terre fertili inizieranno a seccare, quando vivere vicino alle zone equatoriali sarà impossibile, quando i ghiacciai saranno completamente o quasi tutti inesistenti. La popolazione mondiale, che avrà raggiunto i dieci miliardi, sarà costretta ad occupare inevitabilmente i luoghi più miti, l'energia non basterà più a soddisfare i nostri bisogni primari, senza contare le difficoltà di integrazione e convivenza che saremo costretti ad affrontare. Pochi paesi al mondo stanno analizzando questo problema per scongiurare futuri scenari catastrofici, la cosa ancora più preoccupante è che non vi è alcun ideale, neanche in forma embrionale, tesoro per il nostro divenire. Restiamo muti a percorrere la nostra linea del tempo come se fosse l'ultima per tutti noi viventi. Invece un pallone oggi è uscito dalle gambe sbuccicate e multi colore di un gruppo di ragazzini sotto casa, è finito in strada ed uno di loro lo ha acchiappato al volo, la partitella è ricominciata. Se fossero proprio i loro sorrisi e le loro grida innocenti a nascondere il segreto della futura sopravvivenza umana? Noi ce ne andremo, resterà sempre e comunque un pallone ed una partitella, ma li lasceremo da soli nei loro giorni. Sorgerà il sole anche domani, ma per adesso tutto tace, il tempo passerà ancora e il ritmo dell'uomo diventerà sempre più dissonante come il rumore di quel pallone che rotolerà da solo sui ciottoli di un arido pendio.

Stefano Terraglia

domenica 25 giugno 2017

Escursione - Anello di Montalgeto

Un bellissimo anello con partenza dal versante collinare ad ovest di Artimino in località Montalgeto (Carmignano), Prato. Abbiamo percorso in salita la bellissima via delle ginestre ed abbiamo toccato un caratteristico piccolo borgo in località Verghereto a 230 metri, da dove è possibile osservare un bellissimo panorama e l'antica chiesa di San Pietro. Scendendo leggermente abbiamo raggiunto il lago di Montalbano per poi risalire di nuovo lungo un sentiero boschivo sino ad arrivare nei pressi di un maneggio a 386 metri, massima altezza dell'escursione. La discesa ed il ritorno verso il punto di partenza, tutta su strada e sentiero boschivo, ci ha portati sino all'abbazia di San Martino in Campo per poi concludere l'anello dopo qualche chilometro. Abbiamo percorso in totale 10 chilometri con un dislivello totale di 365 metri.


Powered by Wikiloc

mercoledì 21 giugno 2017

Il nostro primo anniversario


Il giorno 16 di Giugno 2017 è stato il primo anniversario di 
Spazio Informazione Libera

Pubblichiamo le statistiche di questo nostro primo anno che a nostro parere non sono male.

BLOG PRINCIPALE 
39.300 Visualizzazioni

CANALE YOUTUBE
16.547 Visualizzazioni dei video

PAGINA FACEBOOK
317 Like 
37.500 Visualizzazioni dei video

domenica 18 giugno 2017

Escursione - Percorso dei renai

Stavolta non abbiamo fatto un anello, ma un percorso. Siamo partiti da Firenze, fermata della tranvia "Cascine", abbiamo camminato all'interno del bellissimo parco per raggiungere il monumento in memoria dell'indiano. Da li c'è un percorso esclusivamente pedonale e ciclabile di circa 8 chilometri, costeggia il fiume Arno e termina a Signa, in prossimità del parco dei "Renai". La camminata è stata di oltre 11 chilometri senza dislivelli.


Powered by Wikiloc

sabato 17 giugno 2017

In Italia prendeva soltanto 300 euro al mese

I due ragazzi dispersi nell'incendio del grattacelo londinese avevano lasciato l'Italia. La ragazza si era laureata con 110, ma in Italia era riuscita a trovare un lavoro retribuito con una miseria, 300-400 euro al mese, quindi per aiutare la famiglia è emigrata insieme al suo fidanzato a Londra dove aveva trovato un lavoro retribuito con 1800 sterline al mese.

giovedì 8 giugno 2017

Escursione - Anello di Artimino

Una bellissima escursione con partenza da Poggio alla Malva ed una salita sino ad Artimino percorrendo la strada che costeggia le bellissime campagne circostanti. Arrivati ad Artimino abbiamo visitato il paese che merita davvero una sosta per ammirare i bellissimi scorci e le sue caratteristiche storiche. Successivamente siamo scesi ed abbiamo raggiunto La Nave di Camaioni, una frazione di Capraia, abbiamo proseguito costeggiando il fiume Arno, la nuova centrale idroelettrica di Camaioni ed infine risalendo abbiamo incontrato di nuovo Poggio alla Malva concludendo l'anello. Abbiamo effettuato oltre 8 chilometri ed un dislivello di 236 metri.


Powered by Wikiloc

lunedì 5 giugno 2017

Lorenzo Bargellini ci ha lasciati

Domenica 4 giugno 2017 è venuto improvvisamente a mancare Lorenzo Bargellini, detto "Mao". Lorenzo è stato il leader storico per la lotta alla casa, sempre in prima linea per la difesa dei più deboli, dei migranti, degli extracomunitari, dei senza tetto in genere. Aveva 59 anni ed era nipote dell'ex sindaco di Firenze Piero Bargellini, in carica nel periodo dell'alluvione del 1966. Il suo operato politico, ma soprattuto umanitario inizia negli anni settanta senza interruzione sino ai giorni nostri. "Mao" è stato trovato senza vita nella sua abitazione.

lunedì 29 maggio 2017

Escursione - Anello delle serre

L'escursione prende il nome da una via: "via delle serre" percorsa durante questo anello. Siamo partiti da un parcheggio nei pressi dell'ospedale di Careggi per poi salire ed incontrare le splendide pendici che precedono Monte Morello. Molte sono le lussuose ville, anche di valore storico incontrate durante l'escursione, come interessanti sono i boschi tracciati da diversi sentieri del CAI. Dalle alture, 375 metri circa, è possibile ammirare uno splendido panorama di Firenze. Il ritorno ci ha fatto incontrare il caratteristico borgo di Serpiolle, per poi scendere ancora e ritrovare il nostro punto di partenza. Abbiamo percorso 9 chilometri ed un dislivello di 318 metri.


Powered by Wikiloc

lunedì 22 maggio 2017

Scandicci (Firenze) - Zona sommersa dai rifiuti

Abbiamo polemizzato molto su Napoli e Roma per quanto riguarda i rifiuti. Scandicci (Firenze) non è da meno, ma in questo caso la responsabilità è da imputare non solo a chi dovrebbe gestire lo smaltimento dei rifiuti urbani, ma agli stessi cittadini. Lunedi, 22 maggio 2017, siamo in via Bassa a Scandicci, sono le 12:20, nel quartiere di Casellina, in prossimità del carcere di Sollicciano. Ecco cosa abbiamo visto, una vera e propria discarica di rifiuti, anche pericolosi, proprio a ridosso di un marciapiede.

Escursione - Anello di Capraia

Escursione prevalentemente boschiva. Siamo partiti da Capraia Fiorentina e ci siamo addentrati in una strada boschiva. I sentieri che hanno caratterizzato l'anello per alcuni tratti sono ostici con pendenze e dissesti marcati, ma comunque percorribili. Solo in alcuni tratti abbiamo dovuto combattere con rovi, pozzanghere e fango delle recenti piogge. L'altezza massima raggiunta è stata di 235 metri per poi tornare a Capraia percorrendo una strada sterrata di campagna. Abbiamo percorso in totale di 9 chilometri per un dislivello di 207 metri.


Powered by Wikiloc

giovedì 11 maggio 2017

Escursione - Anello di Cerbaia

L'escursione parte da Cerbaia, costeggia per un tratto di qualche chilometro il fiume Pesa lungo il percorso demaniale di bonifica che tra l'altro è molto bello. Si continua proseguendo nelle campagne e nei boschi che pian piano ci allontanano da Cerbaia. Si oltrepassano le campagne per poi salire di 200 metri circa e raggiungere San Casciano a 310 metri di altezza. In altura ci sono diversi villaggi immersi nel bosco che sono molto caratteristici. Si ammirano durante il percorso gli splendidi vigneti del Chianti e le numerose aziende agricole tra le più rinomate della Toscana. Il percorso ad anello si conclude con il ritorno verso Cerbaia. 14,25 chilometri percorsi con un dislivello di 207 metri.


Powered by Wikiloc

martedì 2 maggio 2017

Milioni di tonnellate di plastica ogni anno nel mare

Tristissimo sapere che otto milioni di tonnellate di plastica finiscono ogni anno nel mare. La plastica è un materiale che impiega molti secoli per deteriorarsi completamente e durante questo lungo processo si frammenta e viene scambiata per cibo da uccelli e pesci che muoiono di conseguenza. Nell'oceano pacifico le tonnellate di plastica si sono compattate tra di loro formando un isola grande quanto lo stato del Texas e gli interventi per arginare questo grave problema sono difficili da realizzare. 

venerdì 28 aprile 2017

Escursione - Anello dell'Antella

Decisamente un bel percorso. Siamo partiti da Antella, una frazione del comune di Bagno a Ripoli (Firenze) ed abbiamo proseguito per via Montisoni, costeggiando il torrente Isone. Dopo circa cinque chilometri abbiamo iniziato l'anello seguendo i sentieri del CAI che attraversano il bosco di Fontesanta. Salendo, alle nostre spalle, una vista da mozzafiato su Firenze. Abbiamo raggiunto la "casina", un rifugio vicino alla fonte, che normalmente accoglie escursionisti e viaggiatori nonché luogo di commemorazione antifascista . Essendo però "Pasquetta", una volta arrivati lassù abbiamo trovato un nutrito affollamento di gente intenta a far grigliate. Abbiamo proseguito l'anello avviandoci per il ritorno ed una volta passati per San Donato in Collina, siamo tornati verso Antella. 17 Km e un dislivello di quasi 500 metri.


Powered by Wikiloc

mercoledì 26 aprile 2017

GimKana Channel 01

Primo episodio di GimKana Channel, il format spiritoso e frizzante realizzato da Stefano Terraglia e Alessandra Lombardi nell'ambito dei progetti di intrattenimento di Spazio Informazione Libera. Siamo andati a divertirci in centro a Firenze in una bellissima giornata di primavera dell'anno in corso. Seguiranno, se ne varrà la pena, altri episodi con l'intenzione di arricchire sempre di più i contenuti di questo canale.

martedì 25 aprile 2017

Corea del Nord - Potenziale bellico a medio e lungo raggio

Ecco la potenza dell'armamento missilistico della Corea del Nord secondo dati diffusi dal Corriere della Sera e la risposta degli Stati Uniti

Per non dimenticare mai il 25 aprile

Per non dimenticare mai cosa si commemora il 25 aprile in Italia, per fa si che le nuove generazioni non perdano di vista i valori della libertà e della lotta contro ogni dittatura, ogni costrizione ideologica e per difendere sempre i valori democratici del nostro paese.

giovedì 20 aprile 2017

Firenze - Aumentano le tariffe dell'acqua

Subito dopo il disastro del lungarno Torrigiani del 25 maggio 2016 a Firenze, il sindaco Dario Nardella dichiarò alla stampa che le spese dei danni sarebbero state a carico di Publiacqua ed aggiunse che avrebbe preso l'impegno affinchè i cittadini non avessero speso neanche un euro. Le cose sono andate diversamente.

martedì 18 aprile 2017

Escursione - Anello di San Vito

Un bellissimo anello che parte da Montelupo Fiorentino e percorre la zona collinare sino a Malmantile, attraversando le splendide boscaglie e le campagne della zona. Siamo partiti dalla Tosco Romagnola ai margini di Montelupo e siamo saliti per una strada scoscesa, percorribile esclusivamente a piedi, molto ciottolosa. Abbiamo camminato tra uliveti e vigneti costeggiando un bosco e poi abbiamo raggiunto Malmantile a 175 metri di altezza. Il ritorno è stato meraviglioso, dopo aver percorso via di San Vito, in altura, e dopo aver camminato in una zona boschiva, abbiamo avuto il piacere di ammirare un panorama non indifferente: dalla collina adiacente a Montelupo si apre una splendida veduta sul paese e sulla pianura a seguire. 8,5 meravigliosi chilometri con un dislivello di 140 metri.


Powered by Wikiloc

sabato 15 aprile 2017

Firenze: Rifiuti di plastica sulle colline di Montelupo

Una delle nostre escursioni nella provincia di Firenze ci ha visti immersi nella natura delle splendide colline tra Montelupo Fiorentino e Malmantile. Ci siamo trovati davanti ad un vero e proprio scempio causato dall'inciviltà della gente, nel video vi è documentato un episodio vergognoso di discarica abusiva ai danni dell'ambiente.

giovedì 13 aprile 2017

Escursione - Anello del Ferrone

Un altro bellissimo perscorso nel cuore del Chianti. Siamo arrivati in località Ferrone venendo da Scandicci, passato Cerbaia e San Casciano. Abbiamo lasciato la macchina nei pressi di una Chiesa ed abbiamo percorso in leggera, ma insidiosa salita, oltre 5 chilometri di strada sterrata adiacente a campi di viti e ulivi, siamo poi entrati nel bosco ed abbiamo continuato a camminare in salita sino a raggiungere la vetta di colli bellissimi con pendii di filari appartenenti alle più prestigiose aziende agricole del Chianti con vedute entusiasmanti. Dal sesto chilometro in poi abbiamo cominciato a scendere sempre attraverso campi e bosco ed abbiamo raggiunto il punto di partenza. Oltre 9 chilometri con un dislivello di oltre 120 metri.


Powered by Wikiloc

domenica 9 aprile 2017

I nostri ringraziamenti

Con grande passione svolgiamo questo lavoro di approfondimento e condivisione di eventi, notizie e avvenimenti. Il nostro contributo alla libera informazione è esclusivamente passionale, ma il nostro impegno è crescente nell'intento di ampliare giorno dopo giorno questa iniziativa. La nostra partecipazione alla Manifestazione Regionale per il Diritto alla Salute svoltasi a Firenze il 7 di aprile 2017 ci ha permesso di crescere ancora di più in visualizzazioni e con successo abbiamo restituito altrettante visualizzazioni ad ogni associazione, istituzione, organizzazione politica e sindacale presente. Abbiamo ricevuto diversi ringraziamenti e noi siamo qua oggi a ringraziare voi per i contenuti che ci avete proposto perfettamente in linea con la nostra filosofia di fare informazione alternativa.
Ci teniamo disponibili con la nostra presenza, nei limiti delle nostre attuali disponibilità, per ogni altro nuovo evento collettivo.

Grazie a tutti

Stefano Terraglia
Alessandra Lombardi
SPAZIO INFORMAZIONE LIBERA

venerdì 7 aprile 2017

Firenze: Manifestazione regionale per il diritto alla salute

Firenze, 7 Aprile 2017

La manifestazione si è inserita nella mobilitazione europea che ha attraversato diverse città anche nel nostro Paese. Nella giornata del 7 aprile 2017, definita dall'OMS come data per celebrare la Giornata Internazionale della salute, la rete europea contro la commercializzazione della salute ha lanciato un appello per una giornata di azione europea “Our health is not for sale” 
Referente per la rete europea l’Associazione Medicina Democratica Onlus, sul cui sito sono costantemente aggiornate le iniziative in Italia. 
I partecipanti, cittadini e cittadine, Partiti politici, Sindacati, Comitati territoriali, Associazioni, hanno portato all’attenzione del Governo, per il tramite istituzionale del Prefetto di Firenze, la grave preoccupazione per il continuo attacco alla sanità pubblica che nel nostro Paese ha fatto sì che nel solo anno 2016 il 16,2% delle famiglie italiane ha rimandato una o più prestazioni sanitarie (fenomeno che ha coinvolto tra i 4 e gli 8 milioni di persone) e che il 10,9 % delle famiglie ha rinunciato (con 2,7-5,4 milioni di persone interessate) (Rapporto AIOP presentato a Roma il 12 gennaio 2017). 
E’ questo l’effetto che i cittadini verificano quotidianamente di quanto ha denunciato nella Relazione della Corte dei Conti il presidente Arturo Marfucci di Scarfizzi: “Si è ampliato così il divario con gli altri Paesi in termini di risorse destinate alla spesa sanitaria: gli importi sono oggi inferiori della metà a quelli tedeschi e del 20% a quelli francesi.” 
Aumenta invece il carico economico delle famiglie sempre più sottoposte a ticket e superticket (come in Regione Toscana con l’esoso prelievo di 10 euro per la digitalizzazione). “…è da notare l’incremento delle risorse sborsate dagli utenti per il pagamento dei ticket che aumentano del 15,2% nel biennio 2014/2015 (+ 12,6% rispetto al 2012)” (13 gennaio 2017, Rapporto Corte dei Conti, su Quotidianosanità.it). 
Il taglio dei posti letto ( In Italia ne sono stati tagliati 45.000 negli ultimi 10 anni),le perdite di risorse umane per il blocco della spesa sanitaria (dal 2009 al 2015 40.464 dipendenti in meno e solo nel 2015 10.444 in meno )stanno attuando un depotenziamento progressivo del servizio sanitario. (dati Salute internazionale ,2017). Anche gli sbandierati nuovi LEA (GU 18 marzo 2017),si stanno rivelando una trappola per alcune fasce di utenti e soprattutto non sono stati finanziati in modo sufficiente (8oo milioni di euro). 
Anche nella Regione Toscana il processo di smantellamento della sanità pubblica passa attraverso tagli di posti letto, chiusure e ridimensionamenti dei piccoli ospedali, chiusure e accorpamenti di distretti sanitari e consultori, esosi ticket. Le prestazioni specialistiche e diagnostiche sono state spostate verso il privato sociale, a causa delle liste di attesa, dove si possono ottenere prestazioni in tempi brevi e spesso al costo equivalente al ticket. La riorganizzazione delle zone-di
stretto appare una manovra centralizzatrice, calata dall’alto con la riproposizione delle società della salute, strutture fonti di sprechi, disservizi, burocrazia. La riforma del sistema sanitario regionale, voluta dalla giunta Rossi nonostante fossero state raccolte 55.000 firme per richiedere il referendum abrogativo della stessa, ha accorpato le ASL senza produrre alcun risparmio se non quello derivato da 2000 prepensionamenti, creando ulteriori “buchi” nel servizio pubblico: manca il personale e di conseguenza si procede con personale precario (aumentano i lavoratori interinali, a partita IVA, a tempo determinato) che peggiora la qualità dei servizi e a sempre maggiori esternalizzazioni.
Intanto enormi risorse vengono spostate verso grandi opere, come inceneritori, aeroporto, TAV, che aggiungono nocività e mettono a rischio la salute, oltre a sottrarre soldi che potrebbero essere meglio impiegati per garantire un servizio sanitario efficiente: situazione tanto più preoccupante se si tiene conto che secondo quanto pubblicato nel 2016 dall'Agenzia europea per l'ambiente, in Europa sono aumentate le morti premature per inquinamento ( 491.000 a livello europeo) di cui 84.400 solo in Italia. 
Infine, forte preoccupazione deriva dai nuovi scenari che tendono a leggere il welfare come protezione degli individui e delle famiglie dalle conseguenze negative della sorte avversa (Mozione Renzi al Congresso PD) invece che come insieme dei diritti sanciti dalla Costituzione: diritto al lavoro, diritto alla salute, diritto all’abitare, diritto alla mobilità ecc.; così come a definire un “pavimento di diritti sociali accessibili a tutti, sui quali si innestano poi diritti ulteriori, costruiti con la contribuzione, individuale o collettiva…” (ibidem) riproponendo il sistema delle mutue e delle prestazioni diversificate in sanità, riportando il Paese alla condizione di 40 anni fa. Per tutto questo con la mobilitazione di oggi vogliamo ribadire in Toscana, come in altre città italiane e europee , che la nostra salute non è in vendita e rivendichiamo: 
- Centralità della prevenzione e promozione della salute in tutti gli aspetti della vita e del lavoro
- Accesso egualitario e universale alle cure
- Finanziamento adeguato basato sulla fiscalità generale 
- Protezione della sanità da logiche di mercato e dalle assicurazioni private 
- Necessità di servizi di cure primarie 

Comitato sanità toscana 
Firenze, 7 aprile 2017

Escursione - Anello dei Bottai

Siamo partiti alle porte di Firenze, località Bottai, proprio sotto la bellissima Certosa. Abbiamo percorso un anello toccando le bellissime alture intorno a Tavarnuzze, lasciandoci Firenze alle spalle e percorrendo il versante destro del fiume Greve. Siamo saliti per circa 150 metri, per poi scendere ed attraversare il paese di Tavarnuzze e risalire di nuovo sul versante opposto, da dove la vista della Certosa è protagonista di un panorama mozzafiato. Abbiamo terminato l'anello scendendo a valle, attraversando di nuovo la Greve e ritrovando il nostro punto di partenza. Un'escursione di 8,5 Km.


Powered by Wikiloc

lunedì 3 aprile 2017

Nuova tecnologia biofotonica per la cura dell'acne

Novità per la cura dell'acne dal sito MEDICINA E INFORMAZIONE 
L'adolescenza è un passaggio delicato e complesso della vita, e la fragilità dei ragazzi può essere acuita da un problema dermatologico come l'acne che crea disagio psicologico ed ha un forte impatto sulla vita sociale. L'acne è una patologia multifattoriale: di origine genetica, ed infatti spesso in una famiglia è presente in modo significativo ma anche di origine endogena ed esogena, con alcuni fattori scatenanti. E' importante quindi che la diagnosi sia tempestiva e la cura efficace, anche per evitare gli esiti cicatriziali che richiedono poi trattamenti negli anni per essere eliminati. Oggi fortunatamente a fianco alle terapie sistemiche e topiche già conosciute ed utilizzate - e che però possono dare alcuni effetti collaterali e che quindi devono essere riservate alle forme più severe di acne - si può utilizzare una nuova tecnologia biofotonica che sfrutta un gel fotoconvertitore e una luce LED che riduce la carica batterica e stimola la produzione di collagene, andando a ridurre la sintomatologia e a migliorare anche l'aspetto della pelle laddove siano presenti delle cicatrici. Il ciclo di trattamento dura solitamente due mesi e prevede l'applicazione di un gel cromoforo che riesce a selezionare le giuste frequenze della luce LED per ottimizzare il trattamento. Risolvere la problematica dermatologica dell'acne significa anche aiutare gli adolescenti a costruirsi un'identità e a migliorare l'autostima, soprattutto in una società dove l'immagine ha un così alto valore e dove una imperfezione può essere vissuta come un ostacolo ad una vita aggregativa. La nuova terapia che utilizza il Gel Kleresca della Leopharma e la tecnologia biofotonica i cui dati clinici sulll’efficacia e sicurezza sono stati pubblicati di recente sull'International Journal of Dermatology è stata presentata a Roma al Centro Skin Laser di Roma dal Dott. Andrea Paradisi, Medico Dermatologo Specialista in Dermatologia e Venereologia e dalla Dott.ssa Susanna Capitani, Psichiatra.
(Medicina e Informazione) 

venerdì 31 marzo 2017

Escursione - Anello di Malmantile

Malmantile è una frazione di Lastra a Signa (Firenze) e proprio da li siamo partiti. Abbiamo percorso un piccolo tratto della vecchia via pisana per entrare poi nella campagna. Tantissimi uliveti e stradine sterrate che costeggiano i maneggi, siamo entrati nel bosco, dove un sentiero attraversa per ben due volte un ruscello. Abbiamo percorso un anello di 10 km, scendendo prima a valle e poi risalendo di nuovo dall'altro versante dei colli per raggiungere il punto di partenza. Malmantile è a 170 m s.l.m. e il dislivello è stato di 155 metri in discesa e 155 metri in salita.


Powered by Wikiloc

giovedì 30 marzo 2017

I furbetti del contrattino

Il 29 marzo 2017 si è svolto un simpatico presidio organizzato da alcuni lavoratori dell’Azienda Ospedaliera Careggi, a Firenze, che sfoggiando le proprie mutande, hanno ricordato alla cittadinanza e alle istituzioni che dall’anno 2010 è ancora in vigore il blocco delle retribuzioni nonostante che la Corte Costituzionale abbia dichiarato la riapertura della contrattazione dal 2015. 
I lavoratori, molti dei quali realmente presenti in mutande, hanno addobbato il presidio con altrettante mutande stese su un filo come se fossero ad asciugare. 
I lavoratori del policlinico di Careggi sostengono che l’accordo, sottoscritto il 30 novembre 2016, fra il ministro Madia e sindacati confederali non ha rispettato gli impegni precedentemente assunti con i protocolli del 2009 e non prevede nessun aumento per il periodo 2013 2015, se non 85 miseri euro lordi per il triennio 2016/2018. Il presidio dei lavoratori dell’ospedale fiorentino si è protratto per gran parte della mattinata. 
I lavoratori hanno espresso tutto il loro dissenso sottolineando che i dipendenti pubblici non sono soltanto i furbetti del cartellino, ma migliaia di lavoratori in attesa di un rinnovo del contratto che a quanto pare non arriva mai.

lunedì 27 marzo 2017

Le vergogne italiane

Documento del Movimento Cinque Stelle che illustra il motivo, a loro avviso, per il quale i cittadini non si sentono più rappresentati dalle istituzioni. Uno dei tanti motivi è il vergognosi dislivello tra le pensioni di un normale cittadino ed il vitalizio dei parlamentari. Occorrono oltre quaranta anni di contributi per un normale cittadino accedere ad una pensione, mentre per un parlamentare bastano soltanto pochi anni, neanche cinque. In questo video video vengono illustrati inoltre diversi altri gravi problemi per i quali occorre intervenire urgentemente.

domenica 26 marzo 2017

Escursione - Anello di San Polo a Mosciano

Siamo partiti da Scandicci (Firenze), piazza J.F. Kennedy, dopo un breve tragitto su via di Mosciano, siamo entrati nella bellissima campagna che circonda Casignano, Lebbiano, subito sopra Scandicci. Il percorso è stato di 8 chilometri, con un dislivello di quasi 230 metri.


Powered by Wikiloc

giovedì 23 marzo 2017

sabato 18 marzo 2017

Escursione - Carcheri - Marliano - Inno

L' escursione forma un anello. Si parte da via di Carcheri in località Inno, Lastra a Signa (Firenze). Si costeggia per un tratto la superstrada Firenze Pisa Livorno e una volta oltrepassato il cavalcavia si comincia a salire. Si raggiungono diverse fattorie e campi di olivi bellissimi, arrivati a circa 285 metri di altezza, dall'antica chiesa di San Romolo a Settimo, si può osservare la piana fiorentina, ammirare la cupola del duomo, le montagne pistoiesi e l'immense vallate di campagna. Durante la discesa si può visitare la chiesa dei Santi Maria e Lorenzo a Marliano. Le immagini sono state registrate in 4K per una risoluzione veramente apprezzabile.


Powered by Wikiloc

venerdì 17 marzo 2017

La cannabis ad uso terapeutico

Confronto tra sanitari e pazienti circa la legislazione che regola la prescrizione e l'utilizzo della cannabis a scopo terapeutico in Italia.

giovedì 16 marzo 2017

Firenze: Le Cascine, parco della droga

Il servizio realizzato da Matteo Calì con Massimo Benvenuti per il SITO DI FIRENZE riguarda il parco delle Cascine a Firenze e i continui episodi di spaccio e consumo di droghe, con particolari agghiaccianti. Giovani ragazzi si iniettano eroina in pieno giorno, nel collo,  praticamente sotto gli occhi di tutti, all'interno del parco dove tra l'altro giocano i bambini.


mercoledì 15 marzo 2017

Tumore al Polmone: test genetici per terapie target

Se fino a qualche anno fa si parlava genericamente di tumore al seno, tumore al polmone, tumore al colon, oggi è sempre più evidente che non esiste un solo tipo di tumore ma molte sottospecie in base alle specifiche mutazioni genetiche, ognuna della quali può beneficiare oggi di farmaci specifici e mirati, le cosiddette target therapy a bersaglio molecolare in grado colpire selettivamente solo cellule neoplastiche. Tutto questo grazie ai test di caratterizzazione molecolare del tumore che nel caso del tumore al polmone possono essere legate a molte mutazioni genetiche (fra cui l'alterazione del gene EGFR, la fusione del gene ALK, la mutazione di ROS...) che possono essere individuate grazie a test sempre più raffinati e precisi sulla base dei quali vengono selezionati i farmaci biologici più idonei, alcuni anche in formulazione orale, e anche senza abbinamento con la chemioterapia.
www.medicinaeinformazione.com 

lunedì 13 marzo 2017

Scandicci (Firenze) Brucia il nuovo edificio della Croce Rossa

Spaventoso e violento incendio a Scandicci (Firenze). Il rogo ha interessato il nuovo edificio della Croce Rossa Italiana, struttura ancora da ultimare. L'edificio è andato completamente distrutto, sono intervenute diverse squadre dei Vigili del Fuoco e delle forze dell'ordine. Il fumo intenso ha abbuiato tutto il quartiere, sono ignote ancora le cause.

Escursione - Castiglioni - Montespertoli

Prima escursione dell'anno. La location è la zona di Montespertoli (Firenze), località Castiglioni, Anselmo. Si percorrono le alture nei dintorni, il panorama è ancora invernale, incontriamo diverse fattorie e sentieri per un totale di quasi sette chilometri.
Da questa escursione in poi i filmati saranno caricati su YouTube in risoluzione 4K (3840X2160) al fine di ottenere delle riprese più definite e dei filmati più entusiasmanti.


Powered by Wikiloc

domenica 12 marzo 2017

Lo Stato ha fatto prevalere il capriccio di Salvini

Le parole di De Magistris, sindaco di Napoli, a proposito della manifestazione di Salvini a Napoli.

(Comune di Napoli)

sabato 11 marzo 2017

ONU: il mondo vive la più grande crisi umanitaria dal 1945

Il mondo sta vivendo la più grave crisi umanitaria dal 1945. A lanciare l'allarme è l'Onu. Soltanto in Nigeria, Yemen, Somalia e Sud Sudan le persone che non hanno neppure lo stretto indispensabile per sopravvivere sono venti milioni. A devastare la vita di così tanti esseri umani sono le guerre, i cambiamenti climatici e le conseguenti carestie.
(euronews) 

venerdì 10 marzo 2017

LIVE STREAMING 9 marzo ore 23.30


Contiene le immagini del corteo svoltosi a Firenze in occasione dello sciopero delle donne dell' 8 marzo 2017

giovedì 9 marzo 2017

Firenze, sciopero globale delle donne

La manifestazione svoltasi a Firenze l'8 Marzo 2017 in occasione della giornata della donna.
Molte sono state le donne, ma anche diversi uomini che hanno sfilato per le vie del centro di Firenze, da piazza della Santissima Annunziata a piazza Santo Spirito, con striscioni, tamburi, parrucche e tanta musica. Nel video non mancano le interviste effettuate nella mattinata ad esponenti di associazioni, comitati e sindacati presenti durante la manifestazione.

mercoledì 8 marzo 2017

Per un ramo di mimosa

E’ il caso di scambiarci gli auguri. 
Quest’anno lo faremo con lo sciopero nazionale, giusto festeggiamento a mio avviso per questa ricorrenza, rispetta le origini e la propria natura, ricordando le dure lotte per i diritti che nel tempo ci siamo conquistate. 
Per non dimenticare le offese subite, le lotte per il diritto al voto, quelle per migliorare le nostre condizioni lavorative, per avere un salario dignitoso, per essere rispettate dal mondo e da tutti. 
Nel ricordo di donne stuprate, uccise, maltrattate, oppresse e minacciate. 
Per ricordare donne rinchiuse in disumane strutture per la propria diversità o per la voglia di ribellione. 
Donne private dei propri figli per vergogna fino a vederli uccisi e seppelliti in fosse comuni, o sottratti e dati in adozione senza saperne la loro fine. 
Donne che hanno perso la propria vita sul lavoro dalla fatica , le condizioni e lo sfruttamento. 
Donne che ogni mattina si svegliano e si dividono tra i figli, la famiglia, la casa e il lavoro e in alcuni casi logorate dai turni, dove spesso manca anche il giorno di riposo. 
Donne che nonostante abbiano lottato e vinto battaglie per i propri diritti come la legge sull’aborto, che ancora oggi dopo anni dalla loro attuazione, devono faticare per ottenere ciò che gli spetta di diritto. 
Negli anni questa festa è stata spesso interpretata come una giornata di auguri, di mimosa e per le più dotate di “fantasia”, di una cena fuori a far baldoria o ad applaudire le prodezze di uno spogliarellista maschio, quasi a dire, sappiamo pagare anche noi per questo tipo di spettacoli, a mio avviso squallidi a prescindere dal sesso. 
Non è mia intenzione criticare determinate scelte, io la vorrei ricordare questo giorno nella sua vera storia dall’inizio delle proprie origini. Molti pensano che questa festa commemori la morte delle operaie, intrappolate nel un rogo di una fabbrica di New York, la Cotton, fatto che sembra risalire al 1908, in realtà non sono queste le vere origini, ma probabilmente si tratta di una leggenda nata negli anni successivi alla seconda guerra mondiale. L'origine risale al 28 di Febbraio del 1909 e la fu proclamata dal partito socialista americano. Quel giorno fu fatta una grande manifestazione, in favore del diritto delle donne al voto. Seguirono poi molte manifestazioni per la rivendicazione di molti altri diritti femminili, infatti dal novembre del 1908 al febbraio del 1909 molte donne scesero in piazza per chiedere un aumento del salario e il miglioramento delle condizioni lavorative. 
Fu così che il partito socialista nel VIII congresso internazionale propose di istituire una giornata per la donna. il 25 marzo del 1911 si verificò un grande incendio all’interno di una fabbrica di New York, la Triangle, dove persero la vita intrappolati 146 operai per lo più donne immigrate, e probabilmente questo evento generò la leggenda sulla fabbrica di Cotton. Da quel momento aumentarono rivendicazioni e mobilitazioni femminili e in alcuni paesi Europei, come Germania, Austria e Svizzera presero vita delle giornate dedicate alla donna. 
L’8 marzo in realtà ricorda quello del 1917 dove a San Pietroburgo molte donne scesero in piazza, per chiedere la fine della guerra, dando così vita alla “rivoluzione Russa di febbraio”. Da qui le delegate della seconda conferenza internazionale delle donne comuniste a Mosca decisero di istituire in questa data la giornata internazionale dell’operaia. In Italia si cominciò a parlare di questa festa nel 1922, le motivazioni sia politiche che di rivendicazione sociale furono più o meno le stesse. La sua vera introduzione avvenne nel 1945, quando L’Unione Donne in Italia celebrò la giornata della donna nelle zone già liberate dal fascismo. L’Unione delle Donne era formata da donne del PCI, PSI, Partito d’Azione, Sinistra Cristiana e Democrazia del Lavoro. 
L’8 marzo del 1946 per la prima volta fu ricordato in tutta Italia e la mimosa divenne il simbolo di questa giornata, in quanto fiorisce proprio i primi giorni di marzo. Successivamente questo giorno è diventato simbolo di rivendicazione femminile per i diritti che vanno dal divorzio, alla contraccezione fino ad arrivare alla legalizzazione dell’aborto e di difesa di tutte quelle conquiste fatte dalla donna. Se questa festa ogni anno viene celebrata sotto questi principi, allora davvero BUONA FESTA A NOI che abbiamo deciso di combattere ancora!

Alessandra Lombardi

domenica 5 marzo 2017

Diritto di opinione a rischio?

L'avvocato Marco Mori dal canale YouTube ITALIA NEWS sottolinea le incongruenze del disegno di legge della senatrice Adele Gambaro riguardante le "fake news"

sabato 25 febbraio 2017

I sette pianeti scoperti dalla Nasa

Un gruppo di astronomi ha appena annunciato quattro altri nuovi pianeti, portando ad un strepitoso sistema di sette mondi di cui tre potenzialmente abitabili.

domenica 19 febbraio 2017

Firenze - Social Forum 2002

Immagini della grande manifestazione del Social Forum, tenutasi a Firenze il 9 Novembre 2002 dove parteciparono oltre un milione di persone.

martedì 14 febbraio 2017

Il nostro audience

Dopo la partenza a stento delle nostre trasmissioni LIVE STREAMING su Facebook, negli ultimi episodi abbiamo registrato un netto aumento delle visualizzazioni.
Ed ecco le statistiche delle trasmissioni aggiornate al 14 febbraio 2017


venerdì 10 febbraio 2017

In diretta è meglio

Numerose sono le possibilità offerte dai social network per rendere pubblici i contenuti degli utenti e migliorarne la condivisione. La nostra iniziativa stavolta si è orientata verso un attività molto coinvolgente, la condivisione dei contenuti tramite live. Principalmente siamo su Facebook, ma anche su YouTube, con il programma LIVE STREAMING di Spazio Informazione Libera. Potevamo registrare e caricare la trasmissione ed ovviare alla diretta, ma abbiamo preferito così. La spontaneità, l'emozione e la carica che restituisce una diretta è un'esperienza che vale la pena portare avanti tenendo conto che comunque, finita la trasmissione, generalmente i contenuti rimangono nell'archivio filmati del social network disponibili per una visione on demand.
Tutto l'archivio delle trasmissioni oltre che sulla nostra pagina Facebook Spazio Informazione Libera, è presente sull'omonimo canale Youtube.

lunedì 30 gennaio 2017

Riorganizzare il sindacato

Come riorganizzare il sindacato alla luce di un nuovo concetto di riorganizzazione della rappresentanza e del dissenso nel mondo del lavoro.