mercoledì 31 ottobre 2018

Un mondo di bugie

Tutta la stampa contro il governo, ma qualcosa sta cambiando almeno in RAI

Panorama notizie 31 ottobre 2018

  1. Apple, iOS 12.1 è disponibile 
  2. Google Play Store rischia di diventare a pagamento 
  3. Alexa è arrivata in Italia 
  4. Samsung produrrà un PC con schermo flessibile 
  5. Quanto costa riparare lo schermo dei nuovi iPhone?

lunedì 29 ottobre 2018

Il potere oltre la sovranità

Il potere delle banche, delle multinazionali, delle massonerie può essere superato dal potere della sovranità popolare?

domenica 28 ottobre 2018

Dis-Solution

Condividiamo un cortometraggio realizzato dalla Hawk Production in vista del: "Concorso Internazionale  di comunicazione e creatività cambiamenti climatici - The grand challenge Climate Change  (Sesta edizione 2018)"
La terra è un costante, armonioso gioco d’incastri, dove ogni cosa, anche se minuscola, contribuisce a formare un sistema incredibilmente variopinto. Fin dall’antichità abbiamo saputo convivere con ciò che ci circondava, sapendone sfruttare le risorse e le potenzialità. Ma siamo giunti oltre: oltre la capacità di accontentarsi, oltre la consapevolezza dei pericoli che corriamo, oltre ai limiti prestabiliti dalla natura stessa. Ormai l’uomo tende a volere sempre di più facendo sempre di meno, e questo ci ha portati a danneggiare la realtà che ci sta attorno. L’ormai evidente ripercussione è il riscaldamento globale. Certo, si può dire che i cambiamenti climatici ci siano sempre stati, ancora oggi le temperature sono in continuo mutamento, e potremmo quasi peccare di presunzione pensando che noi, semplici esseri umani, così insignificanti, siamo in grado di condizionare queste variazioni. ma tutto questo non giustifica il nostro comportamento verso questo pianeta, la nostra vera casa. Nonostante la consapevolezza delle conseguenze delle nostre azioni stiamo continuando a comportarci irresponsabilmente nei confronti di questo meraviglioso sistema, velocizzando drasticamente la fine di quest’ultimo. Il riscaldamento globale effettivo è di +1°C , per evitare una catastrofe bisognerebbe rimanere nel limite di 1,5°C, ma con l’andamento attuale nel giro di una manciata di anni si potrebbe arrivare addirittura a 2°C, minacciando la sicurezza del pianeta. Come si può ben vedere, uno degli scenari peggiori è lo scioglimento dei ghiacciai, in questo caso mostriamo il ghiacciaio dei Forni che in un solo secolo si è ritirato di 4 Km perdendo il titolo di “più grande ghiacciaio vallivo italiano”, sfortunatamente questo è solo uno dei disastri ambientali che il surriscaldamento globale provoca. Ma non è ancora detta l’ultima parola, l’uomo deve rimediare ai propri errori, e deve farlo subito, deve rendersi conto che un evento di questa portata si può superare solo se si è uniti. ogni nostra singola azione può cambiare il corso degli eventi, dobbiamo cambiare stile di vita, moderare i consumi, far capire ai potenti che bisogna prendere delle decisioni e che noi siamo a conoscenza della verità sui cambiamenti climatici. Non dobbiamo più ostacolare la natura, opprimendola e soffocandola, ma bensì dobbiamo assecondarla e saperci convivere come abbiamo sempre fatto. il futuro del globo dipende da ognuno di noi.
HAVK Production 

sabato 27 ottobre 2018

Carlo Botta, deep state italiano e servizi segreti

Un'opinione interessante da seguire attentamente relativa a diverse incongruenze italiane relative al potere politico e istituzionale.

Il bombardamento mediatico sulle scelte dei popoli sovrani

L'impedimento preoccupante di questo paese è l'impossibilità di cambiare lo stato di cose, il muro che qualsiasi idea incontrerà ogni volta. Ogni forza politica, di destra, di sinistra, populista o non populista che si propone o si proporrà per un cambiamento importante, in questo paese, come del resto in tutto il mondo occidentale, non troverà mai una porta aperta. Il vero governo, a quanto pare, non è nella scelta politica dei popoli sovrani, ma nelle roccaforti del sistema mondiale, nell'enorme e inespugnabile cabina di regia che regola il divenire di ogni paese del mondo. Non era così nel passato, i tempi non erano maturi per una concreta amministrazione in tempo reale degli eventi, spesso qualche paese sfuggiva al controllo instaurando un vero e proprio cambiamento, in bene o in male. Oggi è molto difficile, occorrerebbe un insediamento capillare, una rete di opposizione immensa che non potrebbe sfuggire a sua volta al controllo del potere. La tecnologia ha permesso di accelerare i tempi di elaborazione decisionale delle misure di sicurezza con la manipolazione globale dei mezzi di informazione, delle agenzie di rating, delle agenzie di intelligence, degli eserciti. Tutto questo è finanziato dai paesi più industrializzati dove vi è più accesso a capitali e privilegi. Sfondare roccaforti del genere è difficilissimo, paradossalmente potremmo paragonare il tutto al tentativo di sfondare le mura di un castello medievale imponente. Nel mondo moderno le antiche mura e le roccaforti sono rappresentate dall'economia, dal finanziamento, dall'energia e da tutto ciò che occorre per alimentare lo stato di cose presenti. Adesso assistiamo ad un bombardamento senza precedenti verso la scelta politica della maggioranza dei cittadini italiani, verso una scelta democratica, verso una maggioranza scomoda, in quanto punta direttamente a disarticolare la prassi di sistema, le consuetudini obsolete nelle quali ogni privilegio trovava un buon terreno di coltura. Ecco così si spiega l'attuale bombardamento mediatico verso la scelta politica di un popolo sovrano.

Stefano Terraglia

venerdì 26 ottobre 2018

Panorama notizie 26 ottobre 2018

  1. L'auto elettrica che si carica in 15 minuti 
  2. Apple e Samsung multate per "obsolescenza programmata" 
  3. In arrivo il 5G in alcune città italiane 
  4. I benefici dei semi di zucca

giovedì 25 ottobre 2018

Oltre 700 milioni per Genova

Il video del ministro Toninelli che illustra quanto stanziato per Genova nel decreto emergenze

lunedì 22 ottobre 2018

Panorama notizie 22 ottobre 2018

  1. Facebook assume politici tra i responsabili dei suoi affari globali 
  2. iOS 12 diventa un metro digitale 
  3. Arrivano i preservativi che si lubrificano da soli 
  4. Perdere peso con la dieta dei 20 minuti

domenica 21 ottobre 2018

Beppe Grillo al Circo Massimo

Lo show di Beppe Grillo al Circo Massimo a Roma in occasione dell'evento "Italia a 5 stelle". Lo spettacolo di Grillo è preceduto da un comizio di Luigi di Maio.

giovedì 18 ottobre 2018

Di Maio a Porta a Porta, testo sulla pace fiscale manipolato, anteprima trasmissione

Anteprima della trasmissione Porta a Porta nella quale Di Maio denuncia una maomissione del testo sulla pace fiscale inviato al Quirinale

mercoledì 17 ottobre 2018

Panorama notizie 17 ottobre 2018

  1. Google rinuncia ad appalto con il Pentagono
  2. Huawey annuncia la prima batteria al litio-silicio
  3. Messanger, presto sarà possibile cancellare i messaggi inviati come su WhatsApp
  4. In Canada marijuana libera
  5. Ecco i cibi che si possono congelare di cui non si credeva

martedì 16 ottobre 2018

sabato 13 ottobre 2018

Panorama notizie 13 ottobre 2018

  1. Bambini in vendita su Instagram 
  2. In arrivo gli occhiali che spengono tutti gli schermi 
  3. Il primo volo del drone che trasporta sangue 
  4. Meteo, il caldo anomalo di questo WE

Marcello Foa, come si manipola l'informazione

Video interessante su come è possibile presentare le immagini affinché l'informazione venga distorta e manipolata.

giovedì 11 ottobre 2018

Deep Dives - Note casentinesi

Viaggio nel Casentino tra musica, suoni e profumi.

Musica:
Air Prelude di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/) 
Fonte: http://incompetech.com/music/royalty-free/index.html?isrc=USUAN1100337 
Artista: http://incompetech.com/

Sul clima non c'è più un minuto da perdere

Oggi 11 ottobre 2018 a Milano si tiene il World Energy Week, un momento fondamentale per confrontarsi sui temi dell'energia e di un futuro sostenibile per il nostro Paese e per il mondo. Per il clima infatti non c'è più un minuto da perdere e bisogna agire subito. Il MoVimento 5 Stelle ha fatto dell'energia pulita e rinnovabile e del rispetto per l'ambiente due delle sue bandiere più importanti e ora che siamo al governo stiamo trasformando le parole in fatti. Questo è un video di Luigi Di Maio mandato agli organizzatori e ai partecipanti dove racconta qual è il piano dell'Italia per l'energia.

mercoledì 10 ottobre 2018

Panorama notizie 10 ottobre 2018

  1. Gli account violati di Facebook in vendita sul Dark Web
  2. Facebook apre un laboratorio a Roma
  3. Apple rilascia iOS 12.0.1 
  4. Il primo Samsung con 4 fotocamere posteriori
  5. La solitudine fa ingrassare

Dov'era Bankitalia quando il debito pubblico aumentava di 60 miliardi sotto il governo Letta?

Ero preoccupatissimo, non ci dormivo la notte, mi chiedevo: «Possibile che Bankitalia non sia ancora intervenuta pubblicamente per criticare il DEF, quindi il reddito di cittadinanza, quindi la modifica della Fornero, quindi il Governo?». D'altronde erano già intervenuti tutti: Moscovici, Junker, Mario Monti, Cottarelli da Fazio, poi Cottarelli da Fazio, e poi Cottarelli da Fazio, e ancora Cottarelli da Fazio, e poi la Fornero, quel che resta del PD, quel che resta di Forza Italia, quel che resta di Renzi, quel che resta dei resti di Berlusconi, svariati burocrati senza volto, quegli strozzini legalizzati del Fondo Monetario Internazionale...mancavano solo il Trio Drombo, Skeletorn, gli Exogini e, per l'appunto, Bankitalia. Ora si che sto tranquillo.
La verità è che oggi, Bankitalia, è di fatto controllata dalle banche private che dovrebbe controllare e le banche private sono incazzate nere, non perché ci sarà deficit al 2,4%, ma perché, per la prima volta, si distribuiscono risorse alla povera gente e non a loro. Questo è un precedente pericoloso per tutto il capitalismo finanziario (nemico dell'economia reale!).
Dove stavano questi signori quando il debito pubblico italiano aumentava di 60 miliardi di euro sotto il governo Letta, di 122 sotto Renzi e di 53 nei 170 giorni a Palazzo Chigi di Gentiloni? Tutti zitti, d'altronde le banche d'affari erano soddisfatte, dettavano i decreti al governo, facevano pressione affinché la Boldrini zittisse i deputati del Movimento 5 Stelle che stavano combattendo come leoni contro il decreto Bankitalia - un ignobile regalo di denari pubblici alle banche private - contavano i soldi che Gentiloni riuscì a trovare per loro in un consiglio dei ministri durato 28 minuti!
Io, perdonate il turpiloquio, mi sono fatto il culo per 5 anni girando tutte le piazze italiane mettendo in guardia i cittadini italiani dal capitalismo finanziario, dai conflitti di interesse tra Dipartimento del Tesoro e banche d'affari e spiegando quanto sia urgente, proprio per difendere i loro risparmi, una modifica della governance di Bankitalia e la separazione tra le banche d'affari e le banche commerciali.
Mi auguro che il governo, passata la legge finanziaria, metta mano a tutto questo perché democrazia significa potere ai cittadini, non agli avvoltoi del secolo!
Alessandro Di Battista - Il blog delle stelle 

mercoledì 3 ottobre 2018

Panorama notizie 3 ottobre 2018

  1. Zuckerberg rischia una multa da 1,63 miliardi
  2. Arriva l'auricolare da tenere al dito come un anello 
  3. WhatsApp: Falsi profili con la foto dei vostri amici 
  4. Una nuova molecola per dimagrire stando fermi