lunedì 26 dicembre 2016

Intorno al Duomo di Firenze

Approfittando delle feste vi regaliamo delle vedute bellissime del Duomo di Firenze. Video della serie "Deep Dives"

sabato 24 dicembre 2016

Auguri

Spazio informazione libera augura a tutti un 
felice Natale 

Musica eseguita dal maestro Lorenzo Pescini
amico e artista unico nel suo genere
"Cavaliere Silenzioso - Silent Knight", fantasia originale per pianoforte solo sul tradizionale brano "Silent Night" di Franz Gruber è composta da Lorenzo Pescini (http://www.pescini.com) ed eseguita da Natalie Andaloro. Le originali grafiche di Babbo Natale del pittore Francesco Nesi sono state elaborate sulle foto di alcuni dei monumenti e delle città più belli del mondo dalla grafica Elisabetta Talone.Stille Nacht (Silent Night nella versione inglese o Astro del ciel in quella italiana) insieme ad altre composizioni come Jingle Bells (Din Don Dan nella versione italiana di Cristina D'Avena), White Christmas (Bianco Natale), Tu scendi dalle stelle, O Tannanbaum (L'albero di Natale), Adeste Fidelis (Venite fedeli), Auld Lang Syne (Il valzer delle candele) rappresentano i brani tradizionali natalizi più conosciuti ed amati sull'intero pianeta.  
Questo video è dedicato a Giovanni Allevi e Ludovico Einaudi, due grandi compositori del nostro tempo.

sabato 17 dicembre 2016

Intervista ad Alessandro Di Battista a "Piazza Pulita"

La difficile intervista ad Alessandro Di Battista alla trasmissione "Piazza Pulita" su LA7
È stata un'intervista complessa. Si è parlato di molte cose, dalle banche alla Siria, dal reddito di cittadinanza all'immigrazione. Ed è giusto così. Ci stiamo preparando per governare il Paese. Grazie per il vostro supporto. 

lunedì 12 dicembre 2016

venerdì 2 dicembre 2016

Renzi in piazza della Signoria

Ebbene si, ultimo giorno per la propaganda sul referendum. Matteo Renzi stasera sarà atteso in Piazza della Signoria a Firenze, la sua città. Non mi metto in merito al cuore dei fiorentini, in molti hanno già ampiamente espresso la propria opinione nei suoi confronti. Mi faccio però una domanda e vorrei ve la faceste anche voi. Piazza Della Signoria non accoglie usualmente eventi politici ma a lui è stata concessa, non deve essere stato difficile da parte del nostro sindaco Nardella fare uno strappo alla regola. Del resto se la Leopolda è diventata casa di Matteo Renzi abituale, probabilmente Piazza della Signoria sarà la sua residenza secondaria. Del resto tra i due uno strappo alla regola tira l'altro. Io non ho avuto modo di vedere tutti i sindaci del nostro paese, correggetemi se sbaglio, fare propaganda elettorale all interno di trasmissioni erogate dalle TV cosiddette di "STATO " per le quali paghiamo un canone obbligatorio. Ho notato però che per lui è stata fatta una eccezione, quindi i favori si scambiano equamente. Non è che per caso mi sia sfuggito il fatto che sia stata fatta una legge a favore dei vari sindaci di Firenze che da sindaci passano a premier per via diretta? A me qualcosa sta sfuggendo e a voi? 

Alessandra Lombardi

giovedì 1 dicembre 2016

Pregi e difetti dell'Italicum

Il canale "Muovere le idee" ci spiega il nuovo sistema elettorale scelto dal parlamento "Italicum" con i suoi pregi ed i suoi difetti.

lunedì 28 novembre 2016

Alessandro Di Battista a Firenze

Grande evento in piazza degli Strozzi a Firenze con il tour del Movimento Cinque Stelle. Portavoce, parlamentari, attivisti e cittadini uniti per il NO al referendum costituzionale che si terrà il 4 dicembre 2016.

venerdì 25 novembre 2016

Gino Strada: La sanità deve essere una zona sacra libera dal profitto

Gino Strada ha le idee ben chiare su come dovrebbe essere la sanità: una zona sacra libera dal profitto. L'incontro si è tenuto con li studenti della scuola di Medicina e Chirurgia presieduta da Luigi Califano, dell'università Federico II di Napoli, il 24 di Novembre 2016 alle ore 15.

martedì 22 novembre 2016

Le mie ragioni per il NO

Dopo un'attenta riflessione mi accorgo che le scelte autoritarie in questo mondo saranno una tendenza inevitabile. Chi ha la possibilità di gestire grandi capitali oppure chi ha la responsabilità di grandi paesi che temono il cambio delle proprie condizioni sociali in peggio, accaparrerà prepotentemente tutto. Le risorse energetiche stanno finendo, l'impegno per le risorse alternative è stato insufficiente. I potenti del mondo, le banche, le multinazionali, gli stati industrializzati si organizzeranno sempre di più per trovare sostentamento altrove, sfruttando il loro potenziale economico e finanziario per distruggere popoli, terre e culture. Le masse, disarmate ed inermi subiranno progressivamente lo svolgersi di un'apocalisse che li costringerà inevitabilmente ad una schiavitù senza precedenti. Ne deriva così che ogni potere debba organizzarsi per accelerare i tempi per ogni iter legislativo. Approvare più velocemente le leggi significa escluderle da una successiva revisione, riflessione, modifica, perfettibilità. La riforma costituzionale italiana non è altro che un modo per adeguare il paese verso quelle scelte che il potere adotterà nell'immediato, generalmente a salvaguardia di pochi potenti, escludendo progressivamente le masse da ogni possibilità di dissenso. Questo è solo un assaggio di ciò che sarà il divenire, sarebbe bene che il popolo riconquistasse urgentemente quanto prima e se necessario con forza, ogni possibilità di dissentire. 
Principalmente per queste ragioni voterò NO al referendum costituzionale del 4 dicembre 2016

Stefano Terraglia

lunedì 21 novembre 2016

La fine del petrolio, cosa accadrà?

Il petrolio è un combustibile fossile non rinnovabile. Le riserve non sono infinite, considerando che molti paesi hanno già raggiunto il picco di massima estrazione, il mondo attinge ancora attraverso conflitti internazionali, dal medio oriente. Ma cosa succederà quando anche le riserve medio orientali arriveranno all'esaurimento?

sabato 19 novembre 2016

Le ragioni del NO del giudice Imposimato

Si avvicina la data del referendum che chiamerà i cittadini ad esprimersi su un'importante riforma costituzionale. In questo video, il giudice Ferdinando Imposimato, presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione spiega le sue ragioni per il NO.

venerdì 18 novembre 2016

Il prossimo futuro politico

La crisi che ha investito il mondo in questi ultimi anni è stata motivo di sofferenza e sfiducia sempre crescente verso il sistema politico ed economico. I cittadini iniziano ad essere stanchi, le politiche messe in atto dai governi non stanno funzionando o funzionano male, la gente inizia a rispondere.
In questo video realizzato da Stefano Terraglia e Alessandra Lombardi vi è un opinione su ciò che sta accadendo nel mondo, ma in particolare nel nostro paese.

mercoledì 16 novembre 2016

Dalla resistenza alla rovina

Un periodo storico molto importante che merita una riflessione profonda. Cosa è accaduto tra il 1948 ed i giorni di oggi? Un interrogativo che pone all'analisi tre generazioni che hanno vissuto sulla base dell'esperienza dei loro padri, ma che si sono, nel corso del tempo, trovate nell'impossibilità di dare continuità a diversi valori. Una chiacchierata che va dal dopo guerra al boom economico per poi tornare verso il declino che attualmente è la causa della perdita di ogni ideale. Cosa ci riserverà il futuro?

sabato 12 novembre 2016

Il nuovo volto degli Stati Uniti D'America

L'America, contro ogni previsione e aspettativa elegge il nuovo presidente, Donald Trump. Un uomo che durante la sua campagna elettorale ha dichiarato di voler smontare tutte le riforme di Barack Obama, che si è pronunciato contro l'immigrazione in maniera molto marcata a tal punto da voler proporre la costruzione di un muro al confine con il Messico. Ma non ho intenzione di discutere su quelle che potrebbero essere le esternazioni tipiche di questa ridicola campagna elettorale, ma sulla persona di Trump così come ci è stata presentata. Un uomo che ostenta ed ha ostentato la sua ricchezza, già sfoggiata con l'enorme aereo, con il grattacielo e con le numerose attività di cui è signore e padrone, dalla sua volontà di infischiarsi della salute di questo pianeta, alle sue dichiarazioni che potrebbero, se attuate, portare il popolo americano indietro di molti anni sui progressi relativi ai diritti umani e alle conquiste nell'ambito del sociale. Appare un uomo impreparato, vecchio, esuberante, ma nello stesso tempo sufficientemente potente per avere un mondo di leccapiedi al suo servizio. Le dichiarazioni provenienti dalla sua futura amministrazione ridurranno l'impegno degli Stati Uniti nella NATO, questo indurrebbe l'Europa a rafforzare in maniera autonoma la propria difesa, costringendo probabilmente i paesi dell'Unione a rivedere le politiche di disarmo frutto di anni e anni di compromessi e politica estera. Tutto questo è un segnale, un segnale di cambiamento importante, anche se le scelte americane erano ridotte a due candidati: una Clinton contraddittoria, considerando il suo passato ed un Trump che promette di restituire l'orgoglio americano ad un paese oramai in decadenza. 
In realtà tutto il mondo è in decadenza, senza ideali, condotto dalla pancia, degradato culturalmente, ma che si sta riappropriando della protesta, una protesta non più ideologica, ma dispettosa, fatta di scelte pericolosamente antagoniste senza proposte alternative. Le scelte di pancia verso ciò che più si oppone al potere istituito non sono nuove nella storia dell'uomo. 
C'era una volta un paese distrutto, sconfitto da una grande guerra, dove la voglia di ricominciare a vivere albeggiava dalle labbra di un uomo e che andava pian piano affermandosi nel suo ideale, un uomo che in poco tempo avrebbe rimesso in piedi il paese scacciando tutto ciò che era d'intralcio, un uomo che avrebbe non solo restituito dignità ai cittadini, ma che avrebbe a sua volta conquistato il mondo. La gente si fidò e gli dette fiducia, quell'uomo era quel pazzo di Hitler, che non a caso assomiglia molto a qualche nuovo soggetto che sta facendo capolino nel mondo.

Stefano Terraglia

martedì 8 novembre 2016

Quando manifestare diventa proibito

Un video in cui le immagini parlano da sole, ecco come viene trattato il dissenso nel nostro paese libero e democratico. Una ragione in più per schierarsi contro ogni riforma proposta dal partito al potere. A noi sinceramente queste svolte autoritarie preoccupano molto.

domenica 6 novembre 2016

Il dissenso senza gli intellettuali borghesi

Il 5 novembre 2015 a Firenze si è tenuta la manifestazione antagonista "NO Renzi" organizzata da svariati movimenti di dissenso schierati per un NO secco al referendum costituzionale del 4 Dicembre prossimo. Pochi giorni prima la questura locale non ha autorizzato il corteo e la manifestazione avrebbe dovuto risolversi in un presidio. I manifestanti hanno forzato il blocco della polizia e da li sono iniziati gli scontri con manganellate, lacrimogeni e qualche ortaggio volato in qua e la. Gran parte dell'opinione pubblica, vittima di un'attenta manipolazione dell'informazione tipica delle mosse di questo governo, ha condannato i manifestanti, appellandoli come facinorosi. Negli anni settanta tutto ciò avrebbe scatenato una rivolta a livello nazionale, sostenuta da quella borghesia intellettuale che relazionava con il mondo dell'informazione ed aveva un peso non indifferente. La capacità di saper giustificare ideologicamente tutto il dissenso delle piazze era una professione vera e propria in mano a giornalisti, scrittori, artisti e e tutti coloro che avevano la possibilità di rendersi ampiamente visibili. All'opinione pubblica non basta l'intervista rilasciata dal coordinatore del comitato per il NO di Siena o di Scandicci o di chissà dove, il loro dissenso anche se espressione collettiva, restituisce anonimato e va a dissolversi nella miriade di opinioni presenti nel mondo dell'informazione. La necessità di relatori che normalmente il mondo borghese dispone è utile per rilanciare quegli ideali politici e filosofici che oggi sfuggono spesso alla base. Non perché la base non disponga di contenuti o risorse umane capaci di relazionarsi, ma perché tali risorse, sono per loro natura, prive di notorietà. 
L'intervento borghese compiacente è estremamente necessario, occorrono pagine e libri, occorre riappropriarsi della cultura al fine di promuovere concetti, letteratura, manifesti programmatici orientati a maturare ideali nei quali venga rilanciato il concetto di lotta quale misura necessaria per la difesa di ogni diritto, ma soprattutto per arginare l'ignoranza che fermenta ciclicamente nella storia dell'uomo. L'azione degli intellettuali borghesi dovrebbe riassumere la decisione collettiva restituendo lo stile appropriato affinché maturi di credibilità letteraria. Tutto questo al fine di una corretta formattazione popolare in quanto siamo più ignoranti di un tempo, quindi l'impegno sarebbe quello di lavorare molto sotto questo aspetto.

Stefano Terraglia

venerdì 4 novembre 2016

I cambiamenti climatici

In un video realizzato un anno fa dal canale YouTube "Muovere le idee" viene illustrato il grave problema del cambiamento climatico sulla terra a causa dell'effetto serra. Gli effetti devastanti dovuti all'aumento dei gas serra provocano desertificazione e scioglimento dei ghiacciai con conseguenze progressivamente devastanti.

mercoledì 2 novembre 2016

Cosa fare durante e dopo un terremoto

In questo video vi sono alcuni consigli diffusi dalla Protezione Civile da adottare in caso di terremoto durante e dopo la scossa.

domenica 30 ottobre 2016

Dream out

Un sogno tra le rovine di un mondo virtuale in declino. Nel contesto di immersione profonda "Deep dives" tra atmosfere di silenzi e ritmi techno house.

venerdì 28 ottobre 2016

Music Without Chains - Copyright free

Music Without Chains, un'iniziativa di Spazio Informazione Libera rivolta a tutti coloro che operano nel settore della post produzione audio e video, professionisti o semplicemente amatori. L'utilizzo di opere musicali coperte da diritti d'autore genera non pochi problemi quando si tratta di sonorizzare un prodotto multimediale, perché se non vi è un accordo tra gli autori il prodotto non può essere monetizzato. Per ovviare a questo abbiamo pensato di creare un archivio di brani musicali prevalentemente strumentali, scritti appositamente per essere usati liberamente (copyright free) a corredo di ogni opera multimediale. Il tutto è ospitato da un canale YouTube Music Without Chains dal quale, tramite un convertitore YouTube/mp3, è possibile ricavare il relativo file audio da utilizzare liberamente. L'iniziativa chiede comunque un contributo, che non è un pagamento in denaro, ma semplicemente l'attribuzione nei crediti nel prodotto multimediale relativi al rispettivo autore che ha composto la musica. L'utilizzo dei brani non è a titolo esclusivo, ma i prodotti sonorizzati con la musica di Music Without Chains potranno essere utilizzati anche commercialmente. Chiaramente vi è il divieto più assoluto di attribuire le opere a terzi, i brani musicali restano comunque di proprietà dei rispettivi autori che ne autorizzano il libero utilizzo, ma non cedono chiaramente l'attribuzione dell'opera. La data di pubblicazione sul canale YouTube farà fede nel caso di plagio.
L'iniziativa è in continuo aggiornamento, i brani musicali saranno sempre di più. 
Potete comunque iscrivervi al canale YouTube Music Without Chains e rimanere aggiornati sui nuovi brani caricati.

giovedì 27 ottobre 2016

La terra continua a tremare

Ed eccoci di nuovo purtroppo a raccontare tristemente di un nuovo sisma. Ieri, nel maceratese la terra ha tremato ed ha tremato molto forte con due scosse di terremoto, rispettivamente di magnitudo 5.4 e 5.9. Ulteriori danni vanno ad aggiungersi a quelli che il 24 di agosto scorso hanno distrutto Amatrice, Accumuli ed altri paesi della provincia di Rieti, stavolta è toccato alle Marche. Numerose case distrutte compresa l'antica chiesa di San Salvatore a Campi di Norcia. Ancora lacrime, ancora sfollati, ancora gente che ha perduto tutto. Pare non vi siano state vittime almeno per il momento, ma la disperazione è tanta. Viene da chiederci, ma cosa sta accadendo alla nostra povera Italia, come mai questo accanimento delle forze della natura? Cosa sta accadendo sotto il nostro suolo? Decisamente una serie di fenomeni che gli scienziati tentano in qualche modo di spiegare, ma siamo ancora molto lontani dalla possibilità di poter prevenire questi catastrofici eventi.

martedì 25 ottobre 2016

La terra soffoca

Secondo l'ONU la terra ha raggiunto il limite di anidride carbonica nell'atmosfera. Un limite molto preoccupante che rischia di portare il nostro pianeta ad un aumento costante del surriscaldamento globale con conseguenze disastrose.

domenica 23 ottobre 2016

Il precario della vita

Il precario della vita è colui che un bel giorno si alza e si ritrova a fare i conti con la propria sorte, alcune volte assurda e inaccettabile che cambierà ogni progetto al futuro. È quella persona stravolta nelle proprie aspettative, che inizia a fare i conti con il cambiamento repentino verso le opere incompiute. 
Ascolterà voci metalliche a esporre rimedi, vedrà sorrisi costruiti di falsa comprensione o sguardi troppo patetici pieni di pena o pietà. Inizierà un cammino completamente diverso da quello che aveva sognato. Farà i conti con il cambiare del proprio corpo, del proprio essere e del proprio vivere. Avrà quelle attenzioni a volte dolciastre di chi deve dire una verità dura anche da raccontare. Dovrà convincersi che le vie sono infinite e cambiare strada, infondo, se l'obiettivo è la salute non deve fare così male, non tanto come quello che ha sentito ieri, oggi e che forse sentirà domani...ma hanno detto che si attenua. 
Il corpo cambia, anche la mente e gli affetti diventano pesanti, troppo pesanti per chi sa che ha un tempo per viverli e che è consapevole che arriverà il momento in cui dovrà perderli. 
Continuerà per giorni, mesi, forse anni a guardare bocche che si aprono e ascoltare parole che ogni volta divengono più afone. Incontrerà chi cercherà di convincerlo della propria comprensione, avrà sicuramente studiato per mettersi nei suoi panni, ma non è così. 
Per quanto ci si possa sforzare a mettersi nei panni di un altro, non sarà mai completamente possibile. Nessun sentimento è identico, nessuna aspettativa, nessun desiderio, nessun affetto, nessun amore e nemmeno nessun odio per la sorte. Tutto è diverso, forse anche il concetto puro di vita. 
Il precario della vita costruisce il suo castello di carte e spesso prega quel soffio di vento affinché sia magnanimo verso il proprio destino.

Alessandra Lombardi

sabato 22 ottobre 2016

Schopenhauer

Francesco Pala, dal suo canale YouTube "Lezioni di Filosofia" con questa vera e propria lezione ci spiega il pensiero di Schopenhauer, filosofo tedesco nato a Danzica il 22 febbraio 1788 e morto a Francoforte il 21 settembre 1860. La lezione è chiara, comprensibile e ben esposta, valeva la pena condividerla, ringraziamo Francesco per i suoi contenuti che sicuramente troveranno condivisione su questo spazio al fine di apportare conoscenza al pubblico della rete. Per capire e comprendere le notizie dal mondo, l'attualità, la politica, l'arte e quant'altro abbiamo deciso di condividere ed approfondire, a nostro avviso è necessario non rimanere nell'ignoranza.

giovedì 20 ottobre 2016

Il mondo del lavoro e del sindacalismo

Il sindacato nasce con l'industrializzazione, tra gli operai, nelle fabbriche. In Italia si afferma con le lotte che dal dopo guerra in poi hanno portato pian piano alla conquista dei diritti dei lavoratori e del potere di contrattazione. Gli operai un tempo erano molti e rappresentavano una classe vera e propria, motore della macchina industriale che ha portato il nostro paese verso il boom economico degli anni sessanta. Progressivamente, poi, tutto è andato a deteriorarsi, la disoccupazione è progressivamente aumentata ed il sindacato si è tramutato in vere e proprie agenzie di patronato in mano alle politiche di governo. In questo video esprimo il mio parere e in un certo senso anche la mia rassegnazione.

Stefano Terraglia

mercoledì 19 ottobre 2016

Under the grass

Deep Dives è un progetto di Spazio Informazione Libera dedicato all'arte e alla riflessione, ai momenti di relax, all' ascolto della musica e alla visione di immagini, in un concetto di immersione profonda. Un momento di stacco dal mondo reale, dallo stress, dai momenti di tristezza che spesso le notizie dal mondo ci comunicano. Questo non significa dimenticare, ignorare o semplicemente soprassedere, ma ripristinare, respirare, purificarsi al fine di completare il fabbisogno della nostra mente come se fosse una "dieta equilibrata" di informazione alternata ad arte, cultura e benessere. In questo nuovo video dal titolo "Under the grass" (Sotto l'erba) è possibile immergersi in un'atmosfera tranquilla, rasentando il suolo erboso in un viaggio di cinque minuti.

martedì 18 ottobre 2016

Le elezioni negli Stati Uniti d'America

Il canale YouTube "Muovere le idee" ci spiega con questo video, il meccanismo elettorale presidenziale degli Stati Uniti, come si articola, chi sono i candidati, quale è il loro orientamento e passato politico. Un video che fa una panoramica chiara e dettagliata su cosa avverrà il giorno 8 di novembre di quest'anno nella maggiore potenza economica e politica del mondo.

lunedì 17 ottobre 2016

Scandicci, la fiera è finita

Si conclude la centocinquantesima Fiera di Scandicci, ieri, 16 ottobre, i grandi padiglioni si sono chiusi e da oggi inizieranno a smontare tutto, appuntamento per il prossimo anno.
Il grande saluto che Scandicci Fiera ha rivolto a tutti i cittadini con il bellissimo spettacolo pirotecnico che Spazio Informazione Libera ha avuto il piacere di riprendere, è stato un evento di grande successo coronato di calorosi applausi.

domenica 16 ottobre 2016

Lo stato che picchia i giornalisti

Il triste episodio accaduto al giornalista di "Striscia la notizia" Luca Abete si commenta da solo con queste immagini.
Avellino: il giornalista Luca Abete tenta di intervistare il ministro dell'istruzione Stefania Giannini, ed ecco cosa è accaduto.

Ecco cosa pensano gli italiani del referendum costituzionale

Un video molto triste pubblicato da Tele Dehon, un giornalista intervista alcune persone e chiede il loro orientamento sul  referendum che si terrà il 4 dicembre prossimo, dove milioni di elettori saranno chiamati alle urne per esprimere il proprio voto su un tema che potrebbe cambiare i principi costituzionali di questo paese. Un referendum di cui da molto si parla e si discute. Lascio a voi l'opinione, con la speranza che non tutti gli italiani siano ridotti culturalmente come coloro che sono stati intervistati.

giovedì 13 ottobre 2016

Addio Dario

Ci ha lasciati Dario Fo, grande drammaturgo, attore e regista italiano, nonchè scrittore, autore, illustratore, pittore, scenografo e attivista.
Spazio Informazione libera lo ricorda con un video pubblicato da "Euronews"

Firenze, un ingorgo di traffico

In questi giorni Firenze è in ginocchio. Mai come adesso la circolazione si è rallentata, intere ore per attraversare l'Arno, imbottigliamenti ovunque, cantieri ovunque, un calvario interminabile.
Sono anni ormai che la città progressivamente si avvia verso il blocco totale, tra l'altro in zone di fondamentale importanza per la circolazione, zone che collegano interi quartieri industriali con il resto della città. Per raggiungere l'ospedale principale, il policlinico di Careggi da oltrarno, per esempio, nelle ore di punta occorre circa un'ora e mezza. Oggi, 12 ottobre 2016 alle ore 19, per attraversare il viadotto dell'indiano in direzione Peretola, tratto di un paio di chilometri, è occorsa più di un'ora. Il motivo di tutto questo è dovuto mio avviso alla pessima gestione dei lavori pubblici dedicati alle nuove linee della tramvia, cantieri che riducono drasticamente la larghezza delle carreggiate e alla scarsità di un controllo umano delle situazioni critiche, oggi per esempio in tutto questo tragitto non abbiamo visto una pattuglia della polizia municipale nonostante alcuni intralci dovuti ad un paio di tamponamenti. Le criticità di questa città, di cui un cantiere dietro l'altro, un disagio dietro l'altro, a mio parere sono più evidenti in questi ultimi anni, dove la scarsa attenzione ai bisogni primari del cittadino si perpetua in un infinito non risolversi delle cose. Ci auguriamo che questo sacrificio valga la pena al fine di ritrovarsi un domani in una città vivibile, adesso non è così e spero che questo malcontento possa in qualche modo indurre i cittadini a scelte politiche diverse, soprattutto in tema amministrativo.

Stefano Terraglia

sabato 8 ottobre 2016

Fiera di Scandicci 2016

Da 150 anni il comune di Scandicci (Firenze) in ottobre è in festa. Quest'anno la fiera di Scandicci si arricchisce ancora di più di espositori, quasi 400 su un'area di 18.000 metri quadrati di cui 12.000 al coperto. Dalla gastronomia ai prodotti artigianali, dall'industria al benessere. Presente anche un'area dedicata ai bambini. Sabato 8 Ottobre la Filarmonica "Vincenzo Bellini" si è esibita con musiche di Ennio Morricone. L'ingresso alla fiera è gratuito, il termine previsto è per domenica 16 ottobre con un bellissimo spettacolo pirotecnico alle ore 22.00.


giovedì 6 ottobre 2016

Cos'è la destra, cos'è la sinistra

Giorgio Gaber in una curiosa canzone del 1994 fa ironia sul concetto di destra e sinistra politica ed ascoltarlo fa veramente riflettere.
In questo video concesso su licenza C.C. dal canale YouTube "Muovere le idee" viene illustrato brillantemente il significato di destra e sinistra nel concetto storico politico.

martedì 4 ottobre 2016

Ode a Pistoia - Capitale italiana della cultura per il 2017

Come già annunciato vi presentiamo il primo video del nostro progetto "Deep Dives" (Immersioni profonde) che racchiude un'intensa ode alla città di Pistoia, capitale italiana della cultura per il 2017. Lo slide show contenuto nel video ci illustra alcune bellezze della città, in risoluzione 4K per non tralasciare nessun particolare delle foto. La musica è stata composta da Stefano Terraglia e la bellissima poesia da Alessandra Lombardi.
Buona visione.

domenica 2 ottobre 2016

Nasce Deep Dives


"Deep Dives" è un progetto che nasce da un’idea di partenza molto importante per noi. Questa estate siamo fuggiti dall’intensa afa che normalmente avvolge le città nel mese di agosto e abbiamo deciso di riscoprire la natura passeggiando per boschi e campagne, ascoltando i rumori del vento che infrangeva le chiome degli alberi, i cinguettii degli uccelli, lo scrosciare dell’acqua nei ruscelli e quant’altro di bello le splendide campagne intorno a Firenze possano offrire. Durante queste escursioni che spesso ci hanno fatto percorrere a piedi oltre dieci chilometri al giorno ho riflettuto sull’essenza delle cose, sulla bellezze dei particolari di ogni luogo che è passato davanti ai miei occhi. Da qua è nata l’idea di “Deep Dives” un progetto aperto di ampio respiro che abbraccerà non solo paesaggi naturali, ma luoghi di ogni genere, persino virtuali, l’immersione sarà profonda, accompagnata da musiche, immagini, poesie di nostra ispirazione che ci condurranno in un immersione profonda alla scoperta della bellezza dei particolari, dello sconfinato mondo della fantasia. Deep Dives non ha confini. La prima opera che presenteremo ci condurrà in una splendida città toscana nominata capitale italiana della cultura per il 2017, sarà il primo episodio di “Deep Dives” dal titolo “Ode a Pistoia”, un video slide in 4K veramente coinvolgente, liberamente visionabile dal nostro canale YouTube (Spazio Informazione libera).

venerdì 30 settembre 2016

Un intero canale basato sul disprezzo

L'infinito mondo di YouTube offre milioni di video da visualizzare, di tutti i generi, realizzati da amatori o professionisti. Navigando dentro questo universo quasi senza confini, ci si può fare un idea delle tendenze, delle mode, di quali sono i messaggi che questi contenuti in un certo senso comunicano o tentano di comunicare. Molti di questi video sono realizzati allo scopo di ricavarne dei compensi attraverso il sistema di monetizzazione tramite il quale l'utente può decidere dove inserire i messaggi pubblicitari proposti dalla piattaforma. Il sistema di monetizzazione restituisce così una percentuale dei proventi pubblicitari all'utente in base a svariati criteri.
Dopo questa premessa, ovvia per chi conosce il mondo di YouTube o di piattaforme analoghe, devo dire sono rimasto turbato da un canale: How To Basic dove sono proposti dei video, a mio parere deliranti che trasmettono un messaggio molto discutibile. Su questo canale le visualizzazioni che ogni episodio riesce a raggiungere si aggirano oltre il milione, con punte anche di venti milioni, di gran lunga superiori ad uno share di un programma televisivo nazionale, quindi tralasciando i contenuti, parrebbe che l'iniziativa sia di considerevole successo. Cosa vediamo? Un tizio o al massimo due che distruggono ogni cosa, smartphone, tablet, oggetti vari, per poi disprezzare e calpestare il cibo, persino urinandoci sopra, carne, verdure ed altri generi alimentari. Tutto contornato da orribili grugniti, conati di vomito, rutti e scorregge. La cosa più tristemente curiosa è che il montaggio e l'editing finale di questi video sono realizzati professionalmente, confezionati a misura per una visualizzazione ottimale. Tutto questo in barba alla miseria, in barba al rispetto di chi non ha la possibilità di mangiare tutti i giorni o di chi si sacrifica per portare una spesa a casa. Un vera orgia dove vige l'esaltazione all'ingordigia, si vede persino calpestare e spregiare un pollo confezionato, distruggere chili di ortaggi, sciupare uova, sporcare pavimenti, infilare roba nel cesso e così via.
Mi auguro che quei milioni di visualizzatori siano mossi dalla curiosità e non dal fascino del genere che questi video tentano di introdurre. Per quanto riguarda gli autori credo che siano motivati dai guadagni della monetizzazione che a quei livelli restituisce considerevoli compensi.

Stefano Terraglia

giovedì 29 settembre 2016

Il nostro biglietto da visita

In questo video Stefano spiega come è possibile raggiungere questo sito tramite la scansione del "Qr Code" del nostro biglietto da visita con il vostro smartphone.


lunedì 26 settembre 2016

Senza ideali, senza politica

Siamo in un momento difficile per la politica, sto notando che vi è diversa confusione e la credibilità della gente si è praticamente ridotta a zero. La perdita degli ideali ha fatto si che il giustizialismo abbia preso campo, tutti vogliono giustizia e il pregiudizio è diventato un'abitudine e spesso un'arma per difendersi. Il problema è che tra tutta questa richiesta di giustizia vi è il rifiuto più assoluto verso un'eventuale partecipazione attiva mirata ad un cambiamento vero e proprio. E' vero che la politica non ha dato il meglio in questi ultimi anni manifestandosi spesso nel peggiore dei modi, ma è anche vero che resta e resterà sempre necessaria per dare vita a nuovi ideali. Forse il continuo confrontarsi attraverso i social permette a chiunque di esporre critiche rabbiose alimentando il malcontento e la diffidenza, così l'orientamento politico che ne deriva non permette di far maturare in noi il desiderio di rifondare ideali programmatici in maniera più organizzata con concetti all'avanguardia con i tempi. Nel passato vi erano fonti autorevoli, linee politiche dettate da uomini che si prendevano la responsabilità della storia, delle rivoluzioni, della letteratura del concetto di un ideale, da loro nascevano partiti e movimenti con una struttura ed una dottrina divulgata da un proselitismo serio e militante. Oggi questo non è possibile, non è più credibile, la piazza politica è diventata un luogo di evento e sempre meno un luogo di serie intenzioni. Si assiste raramente ad un comizio e quando lo facciamo lo viviamo come se si andasse ad uno spettacolo a caccia di emozioni, per poi tornare a casa senza dedicare un attimo di tempo alla riflessione. Così non può nascere un ideale, ma può nascere soltanto un senso di rabbia che si esaurisce sui social network, appeso ad un post con il triste appagamento di quella decina di mi piace. Poi tutto torna come prima, tutto viene dimenticato, soffocati dal caos cittadino dove a testa bassa ognuno di noi non molla il display del proprio smartphone, oggi più necessario che la spesa della settimana.

Stefano Terraglia

venerdì 23 settembre 2016

Le nostre escursioni estive

Oltre 6700 visualizzazioni su Facebook dei video delle nostre escursioni estive, un format organizzato da Spazio informazione libera. Le escursioni ci hanno visto protagonisti con diverse camminate, molte superiori ai dieci chilometri nelle quali, dove muniti di action camera, abbiamo documentato tutto il paesaggio naturale delle colline intorno a Firenze che ci ha interessato. 
Finita questa prima serie ci riposiamo, almeno tecnicamente, ma daremo vita ad ulteriori iniziative creative che avranno come protagonista la natura ed i bellissimi paesaggi del nostro paese.

Clicca qua per vedere tutte le nostre escursioni

giovedì 22 settembre 2016

La crisi dei migranti

L'uomo migra solitamente per conquistare o per fuggire, le conquiste si ottengono o con il colonialismo o con la guerra, le fughe si fanno per trovare una condizione migliore altrove, fuggendo dalla miseria o dalla distruzione. In questo video realizzato dal canale YouTube "Muovere le idee" viene spiegato l'attuale fenomeno di immigrazione che sta interessando l'Europa e le motivazioni di questo evidente incremento.
La scorsa estate l'afflusso di immigrati in Europa è esploso. Oltre agli arrivi in Italia e in Grecia a cui siamo abituati, si è aperta una nuova rotta nei Balcani, che ha generato delle frizioni tra gli stati europei su come gestire questa enorme massa di persone in arrivo. Vediamo le ragioni di questo fenomeno e come ha reagito l'Europa 

domenica 18 settembre 2016

Escursione - Campagna di Giogoli

Giogoli è una zona che si trova tra Scandicci (Firenze) ed il Galluzzo. Abbiamo lasciato la macchina a Scandicci in piazza Kennedy e abbiamo iniziato a salire per una stradina sterrata attraversando dei campi di ulivi. Siamo giunti in Via Franceschi, da li ci siamo inoltrati per la campagna arrivando sino a via di Giogoli per poi incontrare la volterrana e tornare indietro per via del Vingone. Un bellissimo tragitto collinare da dove è possibile osservare a ovest Scandicci e a est la magnifica veduta di Firenze.



sabato 17 settembre 2016

Firenze: il ritorno dei cantieri


Percorrere le strade ad agosto a Firenze è stato un piacere, ma la pacchia è durata poco, appena settembre si è affacciato alle porte, come per magia, è tornato il traffico snervante. La cosa curiosa che fa montare i nervi sono i continui rallentamenti e le code generate dai cantieri oramai decennali della tramvia. È noto che molte aziende appaltate siano praticamente inattive nel mese di agosto, proprio nel mese nel quale lo svolgimento dei lavori di manutenzione stradale genererebbe problematiche minime per il traffico, ma in barba ai cittadini in coda, le politiche di risparmio adottate dalle pubbliche amministrazioni preferiscono appalti a basso costo. Il risparmio che si può ottenere però, si ripercuote sulla circolazione stradale, fino ad arrivare all'assurdo, come la vista di una macchina decespugliatrice in carreggiata, mentre blocca il traffico di mezzogiorno. Non avevano altri orari per togliere i cespugli dai cigli delle strade? Nessuno si chiede dove possa andare tutta la gente che rimane in coda nelle ore di punta, molti ignorano che quella gente si muove la macchina produttiva della nostra città, la gente che va a lavoro. Ed in coda finiscono spesso anche gli autobus con una sessantina di persone per vettura, i taxi e i mezzi di soccorso, che nonostante le sirene fanno fatica a farsi spazio nel traffico. Una vecchia pubblicità progresso affissa a Milano negli anni settanta raffigurava un mezzo pubblico con uno slogan: "Un minuto di fermo tram é un'ora persa perché sessanta persone perdono un minuto". Sarebbe bene che le pubbliche amministrazioni tengano conto che tramite la strada si raggiunge il lavoro, gli sportelli, la produzione, la pubblica utilità.

Stefano Terraglia

giovedì 15 settembre 2016

Infermieri ed agenzie interinali

Gli affari per le agenzie interinali si aggirano intorno ai 300 milioni di euro l'anno, in questo caso si parla di infermieri, di professionisti della salute, che tramite queste organizzazioni intermediarie riescono in qualche modo ogni tanto a lavorare. Da tempo le strutture sanitarie private si rivolgono quasi totalmente ad agenzie e cooperative, ma ad oggi sempre più spesso il fenomeno si allarga anche per la sanità pubblica. Così, con stratagemmi ed escamotage politiche, viene eluso il sistema regolare del concorso pubblico perchè assumendo precariamente il personale tramite le agenzie interinali o cooperative analoghe, tutto diventa più semplice. A farne le spese sono proprio gli infermieri, sia i neoassunti, che coloro che dopo anni di lavoro lontani da casa vorrebbero avvicinarsi tramite trasferimento o svolgendo un regolare concorso, nella propria regione.

mercoledì 14 settembre 2016

Escursione - Le colline di Trespiano

Lunghissima escursione a Firenze con partenza da piazza di Careggi per poi proseguire per via di Terzollina. Dopo circa cinque chilometri si raggiunge pian di San Bartolo. Durante questo percorso si possono ammirare gli splendidi boschi intorno al torrente Terzolle. La strada è piuttosto in salita e in altura è possibile ammirare il versante collinare adiacente con il grande cimitero di Trespiano. L'escursione è terminata in discesa dalla via Bolognese per poi riagganciare via dei Massoni sino a Careggi.


martedì 13 settembre 2016

I loop che ingannano il diritto d'autore

A qualche smanettone della musica sarà capitato di aver composto qualche brano utilizzando software del tipo "Garage band" o altre applicazioni simili per l'editing musicale. Normalmente queste applicazioni sono fornite con una serie di campioni di suoni o loop più o meno lunghi per accompagnamenti di ogni stile. Tali campioni e loop elaborati ed editati con questo tipo di software producono brani musicali più o meno complessi. Le società che producono queste applicazioni rilasciano questi campioni o loop con licenza di utilizzo (Royalty free) per fare in modo che gli autori siano liberi di comporre prodotti originali. L'unico vincolo imposto dai produttori di questi loop è relativo alla vendita o alla commercializzazione di questi files in versione integrale, vale a dire, ne vietano la commercializzazione e la distribuzione al di fuori di un prodotto finale editato. Resta di fatto che tali banchi di loop sono sempre gli stessi per ogni applicazione distribuita e le combinazioni di utilizzo nell'editing sono svariate, ma non infinite. È frequente quindi trovare in rete brani originali prodotti e registrati con copyright da parte di autori che inconsapevolmente generano opere con accompagnamenti molto simili se non uguali tra loro. Questo fenomeno inganna i sistemi di riconoscimento delle attribuzioni del copyright adottati dai social network e dalle piattaforme video sharing, creando una confusione immane. 
Dal momento che molte piattaforme di condivisione video gestiscono anche l'amministrazione dei contributi di monetizzazione derivati dalla pubblicazione dei contenuti video, se il titolare dell'account non presente regolarmente reclamo, può verificarsi che qualcuno riscuota il rendimento della monetizzazione al posto di un altro o viceversa. Questo fenomeno, a mio parere molto controverso, potrebbe trovare diverse soluzioni tecniche, una potrebbe essere l'esclusione di tali campioni o loop dal sistema di riconoscimento delle attribuzioni, oppure affinare il sistema al fine di riconoscere prevalentemente la melodia e non l'accompagnamento dei brani. 
Tornerò presto ad approfondire il problema del diritto d'autore in musica, anche perché, a diversità della matematica e della lingua, le combinazioni melodiche musicali non sono infinite e il plagio involontario con il tempo sarà sempre più frequente a maggior ragione quando si da la possibilità agli autori di poter produrre opere originali con parte di musica preimpostata.

Stefano Terraglia

domenica 11 settembre 2016

New York, 15 anni fa.

In ricordo di tutte le vittime innocenti dell'11 settembre 2001

sabato 10 settembre 2016

Escursione - Bellosguardo

Sopra il quartiere di Soffiano, a Firenze, vi è un quartiere meraviglioso, nel comprensorio di Monte Uliveto, si tratta di "Bellosguardo". In questa nostra escursione abbiamo di nuovo lasciato la macchina in prossimità del cimitero e abbiamo incominciato a salire per via di San Carlo. Abbiamo percorso via di Bellosguardo ammirando le splendide vedute di Firenze, vedute un po' alternative a quelle classiche che si possono osservare dal Piazzale Michelangelo o dalle alture di Fiesole. Anche questo quartiere è noto per le residenze lussuose che pochi possono permettersi, ma molto belle da ammirare dal punto di vista architettonico. Siamo tornati verso Soffiano passando dal bellissimo parco di Villa Strozzi.


venerdì 9 settembre 2016

Apple presenta il nuovo iPhone 7

Apple, in occasione dell'evento tenutosi al Bill Graham Civic Auditorium di San Francisco il 7 settembre 2016, ha presentato insieme ad altri prodotti il nuovo iPhone 7. Il nuovo iPhone nella versione plus, sarà munito di due telecamere posteriori che avranno il compito di lavorare sulla fotografia al fine di rendere i risultati veramente sorprendenti. Il nuovo iPhone sarà resistente all'acqua, avrà una batteria potenziata, sarà munito di altoparlanti stereo e non avrà più il jack per le cuffie. Tutto sarà integrato all'interno di una sola porta, quella di ricarica. Apple approfitta con questa soluzione per lanciare le cuffiette bluetooth, veramente rivoluzionarie, si ricaricano in una basetta dedicata e saranno munite di microfono. Le cuffiette non saranno chiaramente in dotazione, ma costeranno 179 euro. Il costo del nuovo iPhone rimarrà più o meno ai livelli dei precedenti e sarà in vendita in Italia dalla seconda metà di settembre. 

giovedì 8 settembre 2016

Escursione - Roveta

Abbiamo lasciato la macchina a Marciola, una frazione in collina di Scandicci (Firenze), poi ci siamo incamminati costeggiando il rigoglioso folto bosco di Roveta. Ci sono diversi sentieri contrassegnati dal CAI, ma il tempo un po' minaccioso ce li ha fatti evitare, prendere un acquazzone nel mezzo del bosco non è simpatico, tra l'altro è il periodo delle vipere ed un incontro con questo simpatico animaletto non sarebbe stato gradito. In ogni modo ci siamo mantenuti sulle piccole strade di campagna che ci hanno condotto in una vallata con un campo incolto, veramente stupenda. Molti anni fa in quella zona vi era una nota sorgente, "Sorgente Roveta" dove un'azienda era titolare dell'imbottigliamento e della distribuzione delle bibite derivate, famose in tutto il mondo. Lo stabilimento fu chiuso nell'agosto del 1975.


Virginia Raggi fa chiarezza sul caso Muraro

Virginia Raggi, sindaco della nostra Capitale, fa chiarezza circa l'iscrizione nel registro degli indagati dell'assessore all'ambiente del comune di Roma, Paola Muraro.

mercoledì 7 settembre 2016

I migranti italiani

New York - Litte Italy - 1900
I nostri primi italiani a migrare furono i settentrionali, tra il 1876 e il 1900 e mi riferisco proprio a quelle regioni dell'Italia che da più di vent'anni paradossalmente, hanno dato origine a partiti politici chiamati "Lega Lombarda, Lega Veneta, Lega Nord" e così via. Soltanto successivamente iniziò la migrazione dei popoli del nostro  meridione, con flussi importanti, d'altronde l'Italia era una terra povera come lo sono adesso L'Africa e gran parte del Medio Oriente. Questi popoli, così come noi un tempo, giustificati dalla fame e dalla guerra,  oggi disperatamente cercano di raggiungere l'Europa nella speranza di una vita migliore.  Gli Italiani migrati all'estero negli ultimi 140 anni sono stati complessivamente 29.036.000, circa la metà della nostra popolazione attuale. Abbiamo migrato in condizioni disperate, spesso da clandestini, portavamo le nostre valigie di cartone, venivamo messi in quarantena per la profilassi delle malattie contagiose e se vogliamo essere precisi abbiamo migrato anche con un bel po' di delinquenti. Negli Stati Uniti siamo stati capaci di insediare le peggiori mafie con a capo boss di prim'ordine: (Lucky Luciano, Al Capone, Frank Capone, Frank Nitti,
Frank Costello, John Gotti, Joe Masseria, Johnny Torrio, Joe Petrosino, Giuseppe Pietro Morello (Piddu), Vincenzo Mangano, Joe Profaci, Vito Genovese, Albert Anastasia, Big Jim Colosimo, Nick Gentile, Joseph Magliocco, Joseph Colombo, Joe Gallo, Carlo Gambino) e così via. Ho preso per esempio gli Stati Uniti, ma potrei fare altrettanto per altri paesi, tra cui Argentina, Venezuela, Brasile, Germania, Belgio, Francia e che più ne ha più ne metta.
Tutto questo deve farci riflettere che oggi è arrivato il momento di comprendere che la nostra Italia di un tempo non era differente dell'attuale Siria, Nigeria, Eritrea, Pakistan, Bangladesh, ecc. La nostra Italia un tempo fu reduce da un novecento fatto di guerre, carestia e povertà, così la gente fuggiva, rifugiandosi ovunque, in cerca di un lavoro, di pace e serenità. Non è escluso che fra qualche tempo, per noi italiani, si debba ripetere quest'avventura.

Stefano Terraglia

martedì 6 settembre 2016

La scoperta di Internet in Italia

Documentario prodotto da RaiCultura, firmato da Riccardo Luna e Alice Tomassini, dal titolo: ''Login, il giorno in cui l'Italia scoprì internet'' realizzato in occasione dell'Italian Internet Day. Il documentario è stato pubblicato con licenza "Creative Commons" da YouCrp, il canale YouTube del Consiglio Regionale del Piemonte. 

L'Italia fu il terzo Paese in Europa a connettersi in rete, dopo Norvegia e Inghilterra, grazie ai finanziamenti del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. La connessione avvenne dall'Università di Pisa, dove era presente un gruppo di ricerca fra i più avanzati in Europa. Alcuni dei componenti del gruppo avevano lavorato a contatto con quelli che poi sarebbero stati considerati i padri di Internet, Robert Kahn e Vinton Cerf. Fu proprio Kahn a convincere i suoi superiori a finanziare l'acquisto delle tecnologie necessarie (Butterfly Gateway) per il gruppo di Pisa. Il collegamento avvenne il 30 aprile 1986, alle 18 circa.(Wikipedia)

lunedì 5 settembre 2016

Escursione - Monte Senario

Abbiamo lasciato la macchina a Bivigliano (Firenze) ed a piedi, inoltrandoci nel bosco sopra il piccolo paese, abbiamo raggiunto lo splendido santuario di Monte Senario. Oltre che alle interessanti origini, risalenti al 1200, il santuario domina le splendidi vallate fiorentine che si estendono fino al Mugello ed è anche una famosa distilleria. Abbiamo comprato una bottiglietta di "Gemma d'abeto" un liquore di tutto rispetto, dolce e parecchio alcolico. La distilleria dei frati è famosa anche per l'amaro Borghini, per l'elisir di china e per l'alchermes.


domenica 4 settembre 2016

Il sorriso degli italiani

Sole, mare, mandolino, pizza, spaghetti, mafia...ma con un cuore grande così, parafrasando una canzone di "Elio e le storie tese" si arriva proprio sulla bocca e sul sorriso innato degli italiani rivolto al mondo.
Abbiamo detto benvenuto ai francesi, ai tedeschi, agli americani, manca poco anche ai sovietici e continuiamo imperterriti a farlo tramite la nostra politica estera, dando una pacca un po' all'uno e un po' all'altro, l'importante è che sia più potente di noi o più conveniente degli altri. Non abbiamo un carattere e una personalità politica, ma questo purtroppo è una costrizione. Povera Italia, dipendente dal resto del mondo per quanto riguarda l'energia che non produciamo affatto. Siamo contrari alle centrali nucleari, però acquistiamo energia da chi ne ha diverse, non produciamo petrolio, ma lo acquistiamo altrove, come del resto il carbone, il ferro e tutto ciò che non abbiamo per niente. In compenso abbiamo tanta pomice.
Tutto questo fa del nostro paese un paese che deve vivere sulle buone relazioni internazionali perché se a noi ci staccano la spina chiaramente finiamo al buio. Ed eccoci ad accettare a malincuore anche le prese per i fondelli da parte degli organi di stampa satirici esteri, come il caso delle vergognose vignette sul terremoto del settimanale francese "Charlie Hebdo". Tutto il mondo sa benissimo che l'Italia si è ben distinta per le sue incapacità politiche, con i governi che vanno e che vengono, con i parlamentari indagati o condannati, con la mafia, con la corruzione, con una guerra mondiale perduta, dove agli occhi del mondo la risoluzione è avvenuta soltanto grazie all'intervento anglo americano. E della nostra Resistenza? Dei nostri partigiani? Solo qualche italiano ricorda, ma all'estero sanno ben poco. Adesso con l'avanzare del populismo destroide si mette in discussione anche questo, condannando persino la nostra gente che ha combattuto per liberarci dal nazi-fascismo. Che strano, chinati al cospetto della Merkel, il cancelliere tedesco e chi l'avrebbe mai detto nel 1944.
L'umanità, l'essere uomo e tutto ciò che sta sotto il nostro torace non vale più niente, se prima eravamo consumatori soltanto per le botteghe, da tempo lo siamo anche per i nostri governi sempre più succubi delle multinazionali straniere.
L'Italia, paese così piccolo, vulnerabile, dove l'importanza strategica che poteva avere quando l'Europa era contesa da est e da ovest, oggi è oramai superata. Restare in Europa? purtroppo è diventato indispensabile, pena l'isolamento dal mondo o l'annessione all'Africa. 
Fantasie politiche a parte, continuo ad amare questa terra anche se spesso mi imbarazza.

Stefano Terraglia

sabato 3 settembre 2016

Escursione - Marignolle

Questa escursione, tutt’altro che boschiva, ci ha visto impegnati nella passeggiata sulle colline di Marignolle a Firenze. Abbiamo lasciato la macchina in via di Soffiano di fronte al cimitero e abbiamo incominciato a salire. Tra le splendide ville abbiamo percorso le antiche strette strade in salita sino alla Chiesa di Santa Maria a Marignolle, per poi scendere fino a via delle Bagnese. Da li abbiamo percorso l’argine della Greve fino a Scandicci e poi tornando sulla strada principale verso Firenze abbiamo raggiunto la nostra auto incontrando di nuovo Via di Soffiano.


venerdì 2 settembre 2016

...e adesso anche il "Fertility Day"

Erano già stati abbastanza ridicoli, a mio avviso con il Family Day. Una massa di persone incoerenti, divorziati, puttanieri e quant'altro, raccolti ad inneggiare un concetto di famiglia non solo distorto per il mio pensiero ma che intacca la legge sul divorzio istituita nel 1970 e ribadita dal popolo nel referendum del 1974. E non solo, un evento che denigra le scelte sessuali di cui tutti dovremmo avere diritto. 
Eccoci di nuovo, dopo l'attacco allo statuto dei lavoratori, il mancato rispetto della Resistenza e il tentativo di oltraggio verso la costituzione, ora si associa anche il disprezzo per le dure lotte a favore dei diritti della donna, già offesi per l'affronto contro la legge 194. Di conseguenza anche la beffa verso chi non può avere figli. Le cause sono smisurate, non sempre dipendono da una scelta e le problematiche di infertilità non sempre dipendono da un utero "vagabondo", ci sono anche spermatozoi "deboli" o "distratti". Più comunemente si parla di infertilità e in questo caso infierire è da esseri piccoli di mente e poveri di cervello. Non mi dilungo poi sul fatto che oggi come oggi mettere su famiglia e mantenerla in maniera quantomeno decorosa sia un impresa non da poco. Senza contare poi, che molte menti "benpensanti" puntano il dito su chi vorrebbe adottare dei figli ma non rispecchiano a loro dire i valori della famiglia tradizionale. 
Da donna però mi sento di ribadire e difendere un altro concetto, a mio parere ancora più profondo, il rispetto della donna sulla volontà di volere o meno un figlio. Lotte dure hanno segnato il cammino verso la conquista di questa indipendenza ed è riluttante e inammissibile che proprio una donna non ne tenga conto. Un ministro della sanità, oltretutto, a mio parere poco adeguata per il posto che occupa, senza una laurea o una competenza specifica in materia "salute".
È un nuovo oltraggio al rispetto di ognuno di noi, alla scelta personale ed è girare il dito nella piaga nell'intimo di chi, per un qualsiasi motivo, di figli non ne può avere. 
Io mi sento fortemente offesa.

Alessandra Lombardi

mercoledì 31 agosto 2016

Escursione - Il Mulinaccio

In questa escursione, con partenza a piedi dalla strada provinciale della Val di Pesa, siamo andati a visitare il “Mulinaccio”, un antico rudere in località San Vincenzo a Torri, nel comune di Scandicci (Firenze). Il mulino è un esempio di architettura paleo-industriale. Fu terminato e messo in funzione nel 1653 dalla famiglia Galli, proprietaria della vicina Villa dei Lami. Il mulino cessò la sua attività a metà del secolo successivo probabilmente a causa dello sviluppo del processo industriale della macinazione del grano. Nei primi decenni del 1800 il mulino era già un rudere abbandonato e da allora fu chiamato “Mulinaccio”. Le sue rovine sono immerse in un boschetto e quando non è periodo di secca è possibile vedere ancora la piccola cascata del ruscello che attraversa ancora l’interno delle rovine del mulino, tutto questo rende la visita molto suggestiva. L’escursione è stata di circa cinque chilometri andata e ritorno.


martedì 30 agosto 2016

Il referendum costituzionale 2016

Il canale "Muovere le idee" ci presenta questo video nel quale viene spiegato in maniera molto divulgativa ciò che avverrà il prossimo autunno quando i cittadini saranno chiamati ad esprimersi con il loro voto al riguardo della riforma della Costituzione voluta dal governo Renzi. Le ragioni dei favorevoli e dei contrari.

domenica 28 agosto 2016

Escursione - La grotta di San Zanobi

Altra bellissima escursione sulle colline di Scandicci (Firenze). Si parte da Piazza Kennedy, proprio ai margini di Scandicci e si raggiunge dopo circa cinque chilometri la Grotta di San Zanobi, il santo protettore. Da li incontriamo di nuovo il lago, che in una nostra precedente escursione abbiamo raggiunto passando da Poggio Valicaia. (Vedi post: Escursione a Poggio Valicaia).

La Grotta di San Zanobi, nei boschi di Casignano, è tradizionalmente il luogo dove si svolge la processione in ricordo del Santo Patrono di Scandicci. La cappellina, realizzata sfruttando una grotta o forse una tomba di epoca etrusca, viene scambiata per l'antico oratorio costruito dal vescovo fiorentino in occasione della sua opera di evangelizzazione delle campagne fiorentine, ma si tratta più facilmente di una ristrutturazione popolare di epoca medievale. La grotta sarebbe stata l'abitazione dove San Zanobi si ritirava a meditare. Tutta la zona avrebbe necessità di un'indagine archeologica, infatti la strada che porta da Casignano fino alla località di Poggio Valicaia, era una volta una delle più importanti vie di comunicazione. Poco sotto la grotta si trovano i resti di un mulino ed altre costruzioni nei boschi ricordano i metati dove venivano conservate le castagne, una volta una delle culture più importanti della zona.
(Associazione San Zanobi)


Contribuisci per aiutare le zone colpite dal sisma

Un piccolo contributo costa meno di una colazione al bar, lo puoi fare semplicemente mandando un sms al 45500

sabato 27 agosto 2016

Lutto Nazionale

Oggi giornata di lutto nazionale per le vittime del sisma che ha colpito il nostro paese.


venerdì 26 agosto 2016

Escursione - Chiesanuova e bosco degli Scopeti

Bellissima escursione nel folto bosco degli Scopeti, caratterizzato da pini e macchia mediterranea. La località è vicina a San Casciano in Val di Pesa provincia di Firenze ed è tra l'altro un bosco tristemente ricordato per uno dei delitti del "mostro di Firenze" avvenuto nel 1985.


giovedì 25 agosto 2016

Angeli sulle macerie

Molti sono gli uomini della protezione civile, tra vigili del fuoco, volontari, pubblica sicurezza, esercito e comuni cittadini, che in questo momento si stanno dando da fare scavando tra le macerie dei paesi colpiti dal forte sisma nel centro Italia. Un sisma che ha causato centinaia di morti e feriti, che ha sorpreso la popolazione nel sonno in quella maledetta notte del 24 Agosto 2016. A questi angeli sulle macerie, che tentano disperatamente di riportare in superficie intere famiglie sepolte dalle proprie case crollate, va un caloroso abbraccio da parte di Spazio Informazione Libera. A tutte le famiglie che hanno perso i propri cari e la propria casa, va il nostro più sentito cordoglio, noi, pur impotenti di fronte all'immane disastro cercheremo nel nostro piccolo di esservi vicini. Svolgeremo la nostra informazione a sostegno dei difficili giorni che saranno, sensibilizzando per quanto a noi possibile il nostro pubblico al fine di non distogliere l'attenzione verso quanto accaduto.

martedì 23 agosto 2016

Escursione - Poggio Valicaia

Siamo sulle colline di Scandicci, provincia di Firenze. L'escursione parte dal bivio che porta in Roveta ed attraversa strade di campagna di un verde intenso, siamo in agosto e la vegetazione è rigogliosa. Dopo poco più di tre chilometri si raggiunge il parco di Poggio Valicaia, un'area boschiva che si estende da un lato sulla piana fiorentina e dall'altro sulla Val di Pesa. La vegetazione è caratterizzata da aceri, roverelle, cisti, tignamica e aceri. All'interno vi è un laghetto che abbiamo visitato con piacere immergendo la nostra telecamera subacquea nelle acque, esplorando i fondali.

domenica 21 agosto 2016

Propaganda politica

I partiti del nostro attuale panorama politico stanno cominciando ad intensificare la campagna per il voto al referendum sulle riforme costituzionali che si terrà in Italia quest'autunno. Molti sono stati coloro che si sono espressi al proposito di questo referendum e tante sono le iniziative di propaganda in corso. Resta di fatto che continua a dilagare l'ignoranza tra i cittadini, molti non conoscono il significato vero di questa riforma costituzionale. Le reti televisive principali, le maggiormente seguite da quella fascia di telespettatori di una certa età, saranno chiaramente schierate per le scelte di governo. I direttori dei maggiori TG di RAI sono stati sostituiti, l'informazione quindi sarà palesemente di parte. Vale la pena approfondire ulteriormente seguendo varie fonti attraverso la rete, l'unico modo per farsi un'idea propria su cosa andremo a decidere, ne va del futuro dei nostri figli.

giovedì 18 agosto 2016

Ancora bombardamenti con gas in Siria


Ecco un'altra testimonianza nella quale la popolazione siriana fa riferimento ad attacchi con gas al cloro.

Medici e sopravvissuti testimoniano il bombardamento con bombe a barile riempite di gas tossico al cloro nel quartiere Al-Zebdia di Aleppo. Tre civili sono stati uccisi, due bambini e una donna, mentre altri dieci civili hanno sofferto di asfissia e sono stati spostati in ospedali di fortuna.

mercoledì 17 agosto 2016

Le mafie italiane

Nuovo libro ottenuto dall'aggregazione delle voci di wikipedia dal titolo "Le mafie italiane".
Una vera e propria panoramica su quelle che sono le maggiori organizzazioni criminali mafiose in Italia. Il libro è possibile scaricarlo in formato pdf dalla nostra sottosezione "Biblioteca".

LE MAFIE ITALIANE

martedì 16 agosto 2016

Siria: Utilizzo di gas ad Aleppo?

Sembra, a parere di alcuni cittadini intervistati da "Assad Crimes Archive", il canale che mostra immagini live molto preoccupanti degli attacchi da parte del regime di Assad e la Russia, che siano stati utilizzati degli ordigni esplosivi al cloro, sganciati da caccia bombardieri russi e che abbiano provocato diverse intossicazioni tra i civili di un quartiere di Aleppo. Nel video vi sono delle testimonianze molto preoccupanti.

 

Pari o dispari per chi deve lavorare

Ferragosto è alla fine della sua giornata, tutti “NOI” abbiamo festeggiato. Sicuramente tutti abbiamo cercato di divertirci, come meglio potevamo. Qualcuno di voi sarà stato a pranzo fuori, oppure in piscina, magari al mare o in montagna o nelle colline a cercare un po' di fresco ed avrà forse trovato le strade pulite. Altri avranno partecipato alle "cocomerate" organizzate nelle varie piazze o fatto visita ai musei che per l'occasione sono stati aperti. Qualcuno sarà rimasto senza soldi, avrà cercato di prelevare, ma il bancomat non avrà risposto alla richiesta e vi sarete rivolti al numero verde. Altri avranno percorso autostrade, si saranno fermati nei grill, avranno avuto bisogno dei bagni o di refrigerasi durante il viaggio. Altri per qualche inconveniente, perché sono partiti all'ultimo momento e avranno trovato i disagi delle code che di solito si verificano durante i periodi di grandi partenze, saranno arrivati a notte fonda negli alberghi prenotati in anticipo, per godersi in santa pace con la famiglia o con gli amici il giorno di Ferragosto. In questo caso hanno trovato il portiere di notte ad accoglierli. 
Ecco, io vorrei far presente che dietro a tutto questo, c'è qualcuno che sta lavorando per noi, per farci star bene. Queste persone ci hanno fatto divertire, ci hanno reso dei servizi lasciando a loro volta le proprie famiglie a casa in un giorno di festa. Oggi si parla di Ferragosto, ma così signori miei è sempre per ogni festività. 
Non voglio sbilanciarmi oltre, per esempio, la sanità pubblica, in questo caso si tratta di assistenza sanitaria al cittadino e di per se deve essere garantita, tenendo presente però, che anche in questa circostanza, anche se per scelta, le persone che vi lavorano lasciano comunque a casa la propria famiglia a festeggiare o semplicemente a passare un giorno di festa con la loro mancanza. Ebbene, anche se mi scatenerò forti critiche addosso, voglio dirvi che queste persone non sono diverse da quelle che in un giorno di festa lavorano all'interno dei supermercati e sembra che l'opinione pubblica si scateni difendendo solo questo tipo di categoria. 
Voglio proporre una cosa a tutti quelli che pensano che solo coloro che lavorano nei centri commerciali lavorino nei giorni festivi ingiustamente: la domenica e i giorni di festa, stiamocene a casa, evitiamo i ristoranti, preleviamo i soldi il venerdì e se non ci bastano, facciamo a “miccino”, smettiamo di divertirci durante i nostri fine settimana. Facciamo il pieno di benzina nei giorni feriali, portiamoci dietro il vasino per i nostri bisogni, la borsa frigo per refrigerarsi, dormiamo in macchina e facciamoci un bel bagno sotto la doccia o dentro la vasca. Visitiamo i musei nei giorni feriali, evitiamo aperitivi cene o danze, facciamo la spesa il sabato e mangiamo a casa la domenica, facciamo sempre così, per Natale, per Pasqua e per tutte le ricorrenze. Facciamo il pieno di tutto nei giorni feriali e facciamo in modo che il nostro divertimento non sia causa di lavoro altrui, ma festa per tutti. Vi piacerebbe così? 
Per quanto riguarda la sanità pubblica invece, sarebbe cortese da parte di tutti, evitare le abbuffate, le ubriacate e tutte quelle cose che intasano i vari pronto soccorso, così anche gli operatori al servizio della sanità potranno lavorare con più tranquillità, evitando aggressioni che spesso avvengono nei loro confronti dettate dallo stato di ebrezza o dalle vomitate in faccia dovute alle abbuffate. Anche se per loro è obbligo e scelta professionale, alla fine torneranno in famiglia più sereni e meno stressati dopo la dovuta giornata di lavoro. 
E ora pronta per l'attacco, ma riflettete.

Alessandra Lombardi

lunedì 15 agosto 2016

Siria: I pesanti bombardamenti su Idlib

Idlib (in arabo: إدلب‎) è una città della Siria nord-occidentale, situata vicino al confine con la Turchia. È il capoluogo del Governatorato omonimo. Ha una popolazione di circa 157.000 abitanti. Nel filmato che vi proponiamo si vede chiaramente come i raid aerei russi siano impegnati nel bombardamento della città, con interessamento delle aree civili. Un reporter, sotto gli attacchi dei caccia bombardieri, cerca di documentare quanto sta avvenendo.